BLOG  

Petit Verdot

 aggiungi ai PREFERITI

 

Storia e caratteristiche del Petit Verdot

Il Petit Verdot è un vitigno a bacca rossa originario della Francia. Questo vitigno, infatti, è stato originariamente coltivato nella zona del Médoc, a Nord della Francia, nei pressi dell'estuario della Gironda. Una regione nota per la produzione di grandi vini e di un celebre modello enologico imitato in tutto il mondo, che si basa sulla lavorazione di uve pregiate come il Cabernet Sauvignon, il Cabernet Franc, il Merlot e, appunto, il Petit Verdot. Questi vitigni vengono spesso assemblati per creare delle cuvée famose e di straordinaria eleganza.
Non si hanno informazioni certe sulla storia della nascita del Petit Verdot, ma si inizia a trovare documentazione scritta di questo vitigno dal XVIII secolo. Quello che si sa sicuramente è che il Petit Verdot è un vitigno che si adatta bene nei territori caratterizzati da un clima caldo e con poche precipitazioni.
Nel 1988 le difficoltà legate alla gestione di questo particolare vitigno hanno portato molti coltivatori francesi a sospendere la coltivazione di Petit Verdot, tanto che la superficie vitata nel sud della Francia era scesa a 300 ettari. Il vitigno, tuttavia, ha avuto una larga diffusione in California, in alcune regioni della Grecia e in alcune italiane caratterizzate proprio da questo tipo di clima.
In Italia il Petit Verdot viene coltivato principalmente in Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Toscana e Marche. Tuttavia, è in Toscana, nella Maremma grossetana e livornese e nell'Agro Pontino in Lazio che questo vitigno trova le condizioni ottimali di coltivazione. In queste zone, infatti, il Petit Verdot matura nel modo migliore, grazie al clima caldo, soleggiato, ventilato ed al basso livello di precipitazioni.

Caratteristiche del grappolo e della pianta

Il Petit Verdot è un vitigno abbastanza pretenzioso: necessita di ottima esposizione alla luce del sole e di una buona ventilazione. Le foglie del vitigno Petit Verdot hanno dimensioni medie e sono pentalobate, mentre il grappolo è compatto e conico. Gli acini hanno piccole e medie dimensioni, sono di forma sferica e con una buccia pruinosa e di colore blu-nera.

Vinificazione del Petit Verdot

Il Petit Verdot viene solitamente vinificato insieme ad altre uve, come Merlot e Cabernet Sauvignon, per la produzione di alcuni Bordeaux.
In alcune zone, in particolare in Toscana e nel Lazio, il Petit Verdot vinificato in purezza. In questo caso si propende spesso per una fermentazione di alcuni mesi in legno, per consentire al vino di arricchirsi di una più ampia gamma di aromi. Il vino che si ottiene dal Petit Verdot in purezza è ha colore rosso rubino intenso con un sapore molto particolare.

Caratteristiche organolettiche del Petit Verdot


Solitamente, il Petit Verdot ha un ricco bouquet di aromi di spezie e con un sapore pieno, asciutto e tannico. I profumi sono fruttati e floreali. Il tannino è ben evidente, ma si mantiene morbido. Proprio per queste caratteristiche i vini Petit Verdot in purezza sono adatti al lungo invecchiamento.
Su WinePoint puoi acquistare i vini prodotti con il vitigno Petit Verdot in purezza ed anche in Blend con altri vitigni. Approfitta delle oefferte e degli sconti.

 


Vini con uve del vitigno Petit Verdot