Catalogo Rossese

Hai scelto
Filtri
Filtra per

Fascia di prezzo
Filtra Fascia di prezzo
Produttore
Filtra Produttore
Carta dei vini
Filtra Carta dei vini
Vitigni
Filtra Vitigni
Mostra tutti i filtri
maixei Rossese di Dolceacqua Superiore Maixei 2018

Rosso ligure preciso e molto piacevole al palato, da abbinare a primi e secondi piatti a base di carne; ottimo in particolare con le carni bianche in salsa. Vinifica in acciaio a temperatura controllata.

bruna Rossese Bruna 2020 Riviera Ligure Ponente DOC

Il Rossese è un punto fermo della tradizione ligure e della Riviera di Ponente, dove si serve (fresco) anche con piatti di pesce. Grazie alla vinificazione in acciaio e alla beva spigliata, si rivela infatti un vino rosso da abbinare con svariate preparazioni, sia di mare che di terra.

GR
2 bicchieri
sancio Rossese Sancio 2019 Riviera Ligure di Ponente DOC

Il Rossese di Sancio vinifica e affina in vasche di acciaio inox per esaltare le peculiarità di varietale e terroir. Servito alla temperatura di 15-16 °C è perfetto con carni bianche, pollame e secondi piatti di pesce in salsa.

bruna Rosso 'Bansigu' Bruna 2019 Colline Savonesi IGT

Ottenuto in prevalenza da uve granaccia (almeno il 70%), con aggiunta di altre varietà a bacca nera vinificate in acciaio, “Basìngu” è un perfetto compagno per pranzi in famiglia e spensierate cene tra amici. Fresco e versatile si abbina bene con primi e secondi piatti leggeri e può essere servito a tutto pasto, come vino quotidiano.

Bi
Bibenda 4 Grappoli
maixei Rossese di Dolceacqua Superiore 'Barbadirame' Maixei 2019

Il “Barbadirame” di Maixei è frutto di una vinificazione in acciaio a temperatura controllata e un affinamento in tonneaux e in barriques di secondo passaggio. Ne risulta un rosso intenso e vellutato, da servire con formaggi stagionati, selvaggina e carni rosse.

Il Rossese ha origini molto antiche, probabilmente francesi, e
oggi si trova unicamente in Liguria, in provincia di Imperia,
soprattutto nei comuni della Valle Nervia e della Valle Crosia.
Sappiamo che l'Ammiraglio Andrea Doria (1466-1560) elesse il
Rossese quale vino per i giorni festivi della sua flotta. Anche
Napoleone, ebbe il piacere di assaggiare il Rossese quando fu
ospite della Marchesa Doria verso la fine del '700. Ne fece
inviare alcune botti a Parigi mentre altre le tenne con se
durante la permanenza in Italia.
E' un vitigno piuttosto rustico e che ben si adatta a condizioni di
coltivazione differenti, dando vita a un vino che, come
suggerisce il nome, si presenta con una bella colorazione
purpurea, con riflessi aranciati nell'invecchiamento.

I suoi profumi sono dominati dal frutto e dalle note speziate, mentre al palato colpisce il corpo armonioso e sostenuto dalla fresca acidità. Rientra nelle DOC Rossese di Dolceacqua e Riviera Ligure di Ponente DOC