Al di là del fiume

Equilibrio, natura, armonia. Se dovessi riassumere in pochissime parole la cantina “Al di là del fiume“, userei queste.
Che poi, non è che si tratti proprio di una cantina come siamo soliti pensare, è qualcosa di molto di più; la denominazione più adatta è molto probabilmente azienda agricola. Sì, perché a tre ettari di vigneto fanno compagnia svariati ettari di orto, frutti antichi e altri cereali.

La produzione del vino, infatti, non è l'unica prerogativa dell'azienda; il sogno nel cassetto è quello di realizzare un organismo agricolo biodinamico multifunzionale con attività produttive, didattiche, ricreative, artistiche e terapeutiche atte al benessere dell’uomo e dell’ambiente.

È situata in Emilia Romagna, precisamente a Cà di Cò (BO), in una delle frazioni meno popolate di Italia, con solamente 17 abitanti.
La mano dell'uomo è sicuramente limitata nello scenario in cui ci troviamo: le pianure, i campi e le colline tutt'attorno sono l'unico Skyline di cui abbiamo bisogno.
La natura infatti è la base di tutto il progetto, attorno ad essa ruota la produzione, la coltivazione e la filosofia dell'azienda.
Filosofia che è portavoce di un'armonia atavica, ossia quella tra il cosmo e le radici, lo spazio e la terra, la natura e l'uomo.
Questa armonia – o questa unione – è ben rappresentata dall'abbraccio di due mani, che rappresentano il cosmo e le radici appunto, in un simbolo che ricorda vagamente quello dello Yin e Yang della filosofia Cinese.

Adesso però, parliamo di vino. La cantina, in questo caso, volge il proprio sguardo verso una precisa direzione, ossia la produzione di un buon vino, attraverso metodi naturali e valorizzando le qualità del territorio.
Le 5 etichette della casa sono nominate utilizzando il dialetto bolognese (Dagamò, Saramat, Zirudèla..), per sottolineare ulteriormente il legame tra l'azienda ed il territorio.

Le uve utilizzate, infatti, sono tutte autoctone e provenienti dai famosi colli bolognesi – sì, quelli che Cremonini visitava con la Vespa -.
Le uve dei vitigni Albana, Barbera per la precisione, vengono lavorate attraverso metodi dolci e con tecniche di vinificazione naturali, evitando di affaticare o stravolgere una materia prima così delicata. La lavorazione dell'uva infatti non prevede l'utilizzo di conservanti o additivi.

Il progetto dell'azienda agricola Al di là del fiume abbraccia anche altri campi, come l'arte, il benessere e la convivenza. Al di là del fiume c'è un mondo nuovo, fatto di amore e passione, mosso dalla speranza di un futuro migliore.

Leggi di più
Leggi di meno
I vini di Al di là del fiume
Barbera 'Saramat' Al di là del Fiume 2019 - Biodinamico
Al di là del fiume Barbera 'Saramat' Al di là del Fiume 2019 - Biodinamico

Vino realizzato esclusivamente da uve Barbera, che appare di colore rubino profondo con sfumature violacee. All’olfatto affiorano sensazioni minerali e di piccoli frutti rossi. Al palato è fresco e di piacevole beva. Affinamento in acciaio inox per circa 3 mesi, per poi proseguire in bottiglia per ulteriori 3 mesi.

Preferiti di Winepoint
'Zirudela' Al di là del Fiume 2020 - Biodinamico
Al di là del fiume 'Zirudela' Al di là del Fiume 2020 - Biodinamico

Vino bianco fermo realizzato con tecniche biologiche. Profumi floreali e fruttati fanno parte del bouquet olfattivo di questo vino. In bocca è fresco dal finale piacevolmente acidulo. Affina in botti di acciaio inossidabile per un periodo di circa 6 mesi.

Preferiti di Winepoint
Bianco frizzante 'Birichén' Al di là del Fiume 2021 - Biodinamico
Al di là del fiume Bianco frizzante 'Birichén' Al di là del Fiume 2021 - Biodinamico

Da uve di grechetto gentile coltivate secondo metodi biodinamici con certificazione biologica. I grappoli sono vinificati in acciaio, quindi il vino ottenuto rifermenta in bottiglia su lieviti autoctoni. Bianco dell’Emilia IGT che colpisce per la spontaneità e la vivacità del sorso, da abbinare a taglieri di salumi, affettati e formaggi giovani, antipasti e fritture di pesce.

Preferiti di Winepoint
'Dagamò' Al di là del Fiume 2019 Rosso in anfora - Biodinamico
Al di là del fiume 'Dagamò' Al di là del Fiume 2019 Rosso in anfora - Biodinamico

Vino fermo di colore rosso porpora intenso. I profumi percepiti sono di cuoio, tabacco e confettura. All’assaggio è minerale, strutturato ed elegante. Affina alcuni mesi in anfora, e successivamente in bottiglia per almeno 3 mesi.

Preferiti di Winepoint
Sl
Vino Quotidiano
Barbera 'Saramat' Al di là del Fiume 2018 - Biodinamico
Al di là del fiume Barbera 'Saramat' Al di là del Fiume 2018 - Biodinamico

Vino realizzato esclusivamente da uve Barbera, che appare di colore rubino profondo con sfumature violacee. All’olfatto affiorano sensazioni minerali e di piccoli frutti rossi. Al palato è fresco e di piacevole beva. Affinamento in acciaio inox per circa 3 mesi, per poi proseguire in bottiglia per ulteriori 3 mesi.

Preferiti di Winepoint