bindella

Montepulciano sorge in una vasta area collinare dell'entroterra toscano, ed è da sempre una località molto vocata alla viticoltura. Questa pratica infatti risale già all'epoca Etrusca, anche se i primi documenti ufficiali risalgono al 789 a.C. La produzione di vini eccellenti sul Mons Politianus fu costante anche nel Medioevo, tant'è che già alla metà del Trecento si adottarono norme per regolarne il commercio e la distribuzione.
I sapori ed i colori dei vini di Montepulciano conquistarono anche i palati di personaggi illustri. Il Rosso scelto di Montepulciano – così era chiamato – deliziò prima il palato del Papa Paolo III e, successivamente, quello di Francesco Redi, medico e poeta, che nel suo divertente ditirambo Bacco in Toscana, lo celebrò come la “manna di Montepulciano”, concludendo entusiasta che: Montepulciano d'ogni vino è Re!.
Forse sono proprie queste storie, vicende e aneddoti ad aver convinto Rudi Bindella, affermato imprenditore svizzero e amante della Toscana in generale, ad avviare l'attività in cantina.
In Svizzera gli antenati di Rudi si erano occupati della commercializzazione del vino per oltre un secolo – e questo lascia intendere molto – ed erano stati i primi ad importarvi il Chianti. Rudi però pensa che per conoscere veramente il vino non basti berlo, bensì bisogna produrlo.
La storia dell'azienda, quindi, comincia del 1983 attraverso l'acquisto di una piccola proprietà situata nel vero e proprio nocciolo storico della produzione vitivinicola di Montepulciano: Vallocaia, nella zona di Argiano. Il terreno è formato da 40 ettari di vigneti, che si estendono su un territorio particolarmente vocato alla produzione di vini autoctoni, come il Prugnolo, Il Canaiolo ed il Colorino.
La macchina dunque comincia a mettersi in moto e, con il passare degli anni, vengono fatti ulteriori investimenti per l'azienda, come per esempio l'acquisto di un terreno nella zona di Sanguineto ed il conseguente ampliamento della proprietà di Vallocaia, al fine di diversificare la produzione ed incrementare la biodiversità.
Nel 1988 si assiste allo storico lancio sul mercato della primissima annata di Vino Nobile di Montepulciano Bindella. Questa data rappresenta l'inizio vero e proprio della scalata al successo di Bindella e della sua affermazione a livello regionale e nazionale.
L'ultima innovazione in ordine cronologico avviene nel 2015, con l'esigenza di una nuova cantina. Iniziano quindi i lavori per creare una nuova struttura interrata, contigua a quella esistente.
Al di là della produzione però, è giusto sottolineare un altro aspetto importante dell'azienda, che è la filosofia che si cela dietro l'effettivo processo produttivo.
Il pensiero della cantina si può esprimere attraverso un motto molto semplice: “Terra, vite, vita”. In tutte le bottiglie infatti è possibile trovare questo richiamo, in cui terra e vite sono fonte di vita, in un legame indissolubile e perenne. Viene posta grande attenzione alla coltivazione della terra, che avviene senza forzature, rispettandone i ritmi naturali: Il tutto si rispecchia poi nel processo di vinificazione, in cui si tendono ad evitare interventi drastici da parte dell'uomo.
I vini Bindella, contemporanei e puntuali, sono un viatico sicuro per conoscere e apprezzare il grande potenziale della zona, ed offrono un’esperienza sensoriale notevole. In particolare il Vino Nobile “I Quadri” si dimostra un vero campione, un perfetto esempio delle straordinarie capacità espressive dell’uva Sangiovese in questa storica DOCG.

Leggi di più
Leggi di meno
I vini di bindella

Vino di elevata tipicità e massima espressione del suo territorio, che nel calice appare di colore rubino acceso con sfumature granata. Il quadro olfattivo presenta note fruttate di more e ciliegie sotto spirito, oltre a sentori speziati. All'assaggio è elegante, armonico e giustamente tannico, dal finale lungo. Affinamento in botti di rovere di grandi dimensioni per un periodo di 20-22 mesi.

WS
92/100
GR
2 bicchieri rossi
Vi
3 Viti AIS
JS
91/100
Ve
90/100
Bi
Bibenda 4 Grappoli

Elegante vino fermo di colore rosso rubino intenso. Al naso emergono note fruttate di sottobosco, richiami floreali e sentori speziati. L'ingresso in bocca è giustamente tannico, armonico ed equilibrato, dal finale persistente. Affina in acciaio inox per 6 mesi, per poi concludersi in bottiglia dopo circa 3 mesi.

Vi
3 Viti AIS
JS
91/100
GR
2 bicchieri
Ve
87/100
Bi
Bibenda 4 Grappoli

Vino fermo di colore rosso rubino carico questo Nobile di Montepulciano DOCG. Delicate note floreali, sentori fruttati di sottobosco e richiami balsamici è quanto affiorano al naso. Il sorso è avvolgente, raffinato, con una piacevole trama tannica. Finale lungo e persistente. Affinamento in botti di grandi dimensioni e tonneaux per complessivi 24 mesi.

Vi
3 Viti AIS
WS
89/100
JS
92/100
GR
2 bicchieri
Bi
Bibenda 5 Grappoli

Vino fermo di colore rosso rubino carico questo Nobile di Montepulciano DOCG. Delicate note floreali, sentori fruttati di sottobosco e richiami balsamici è quanto affiorano al naso. Il sorso è avvolgente, raffinato, con una piacevole trama tannica. Finale lungo e persistente. Affinamento in botti di grandi dimensioni e tonneaux per complessivi 24 mesi.

Vi
3 Viti AIS
WS
89/100
JS
92/100
GR
2 bicchieri
Bi
Bibenda 5 Grappoli

Vinificato esclusivamente in vasche di acciaio, “Gemella Bianco” si presta a innumerevoli abbinamenti con il cibo. Ottimo con il pesce, il pollame, le verdure e gli antipasti leggeri.

GD
92/100

Elegante vino rosso rubino carico con riflessi granati, prodotto da uve Sangiovese in purezza. All'olfatto lascia percepire richiami di frutta sotto spirito, sensazioni speziate di cannella, e sentori di terra bagnata. Al palato è avvolgente, caldo ed armonico, dal finale lungo. Affinamento in botti di rovere per circa 18-20 mesi.

Perfetti da regalare
GR
3 bicchieri rossi
JS
91/100
Ve
91/100
Bi
Bibenda 4 Grappoli
Vi
4 Viti AIS

Vinificato esclusivamente in vasche di acciaio, “Gemella Bianco” si presta a innumerevoli abbinamenti con il cibo. Ottimo con il pesce, il pollame, le verdure e gli antipasti leggeri.

Ve
87/100