angiuli donato

Quando si dice di generazione in generazione, di padre in figlio. La cantina Angiuli Donato è sicuramente l'esempio più appropriato per riassumere questa famosa locuzione. Il legame che esiste tra il padre Donato ed i figli – Vito e Giuseppe- non è solo di parentela, ma anche di vino. Un lungo filo conduttore che parte dal 1880 e che arriva fino ai giorni nostri senza essere troppo stravolto.
L'azienda è situata ad Adelfia, a ridosso dei primi pendii delle Murge centrali; il panorama dominante è in assoluto composto da vigne, ma molto diffusi sono anche gli ulivi e i mandorli. E' una zona con un clima quasi africano in certi periodi dell'anno; le estati torride e afose, contrapposte ad inverni rigidi, con la presenza non sporadica di qualche nevicata. La lontananza dal mare e la sua altitudine da bassa collina, non riesce a mitigare sufficientemente il clima, creando alle volte disagi agli agricoltori.
La vita in vigna è dura, ma la famiglia Angiuli ha sempre lavorato con un'ideale ben preciso: il territorio deve essere rispettato. Ed è proprio da qui che nasce la passione e l'entusiasmo di coltivare vitigni autoctoni, che ben si sposano con la natura del territorio e del clima. La più grande intuizione della famiglia Angiuli fu, probabilmente, l'utilizzo degli alberelli. Stiamo parlando quindi di viti molto antiche e longeve, in cui il fusto cresce attorno al proprio palo, a mo' di  rampicante, e forma una sorta di piccolo albero. L'intuizione fu tanto geniale quanto controcorrente, poiché proprio in quel periodo la maggior parte dei viticoltori li stava estirpando. Lo svantaggio di questo tipo di coltivazione, però, è la resa, poichè molto scarsa, dall'altro lato però, c'è la creazioen di un prodotto di altissima qualità. La cura maniacale di questi reperti enologici e la passione per l'uva hanno prodotto ottimi risultati, come ad esempio la produzione dello Spumante Brut metodo ancestrale, ossia fermentato in bottiglia senza aggiunta di lieviti e zuccheri, unico nel panorama enologico internazionale. Le modeste dimensioni della cantina non sono dunque un intralcio alla produzione di vini eccellenti.
Il segreto dei crescenti successi di questa piccola cantina, oltre che in una lunga tradizione familiare e in una meticolosa opera di cantina, sta nel coraggioso lavoro in vigna, portato avanti con pazienza e dedizione. Come disse Virgilio: “Audentes fortuna iuvat”, il destino favorisce chi osa

Leggi di più
Leggi di meno
I vini di angiuli donato

Il Verdeca di Donato Angiuli è un vino bianco dal colore giallo paglierino con riflessi verdolini. Al naso ha un bouquet complesso che richiama fiori bianchi, arancia e miele. Il sorso è strutturato, con buona freschezza e bella persistenza.

Offerta Preferiti di Winepoint Da bere tutti i giorni
LM
91/100

Il Nero di Troia di Donato Angiuli è un vino rosso pugliese di buon corpo con un sorso rotondo e morbido. Il colore è rubino intenso con riflessi violacei. Al naso compaiono piacevoli note di more, viole e pepe nero; il tutto su uno sfondo di leggera tostatura. Sorso potente, ben bilanciato, di personalità e sostenuto da tannini lunghi e decisi.

Preferiti di Winepoint

Il Negroamaro della Cantina Donato Angiuli è un vino rosso pugliese dal carattere tradizionale che rispecchia la terra di Puglia ed è prodotto esclusivamente con uve di Negroamaro. Il colore è rosso rubino intenso. Al naso compaiono piacevoli note fruttate e speziate. Il palato è corposo, con tannino morbido e perfettamente amalgamato alla struttura.

Preferiti di Winepoint Da bere tutti i giorni

Il Maccone Moscato secco Donato Angiuli è un vino espressione della variante secca del Moscato pugliese. Il colore è giallo paglierino con riflessi dorati. Al naso esprime sentori fruttati e floreali caratteristici del vitigno, quali albicocca e salvia. La sensazione della salvia si percepisce anche al palato assieme alla menta e ad un’intensa nota agrumata. Finale lungo e persistente

Preferiti di Winepoint
Vi
3 Viti AIS
LM
97/100

Il Primitivo della Cantina Donato Angiuli è un vino rosso di buon corpo con un sorso rotondo e morbido. Il colore è rubino intenso con riflessi violacei. Al naso compaiono piacevoli note fruttate con sentori di susina, prugna e amarena. Al palato è dotato di corpo e struttura con tannini morbidi. Affinato esclusivamente in acciaio per meglio conservare gli aromi tipici del primitivo

Preferiti di Winepoint Da bere tutti i giorni Più venduti
Bi
Bibenda 4 Grappoli

Da uve negroamaro vinificate in bianco e in acciaio, questo vino della linea “Maccone” è perfetto per accompagnare spensierate serate estive tra amici, intrattenendoli con antipasti leggeri e di pesce.

Preferiti di Winepoint
LM
92/100
GR
2 bicchieri

“Maccone” è ottenuto da uve primitivo in purezza e vinifica esclusivamente in acciaio, per offrire una beva slanciata e divertente. Versatile e avvolgente è perfetto come aperitivo o per accompagnare preparazioni semplici a base di pesce.

Preferiti di Winepoint

Il Maccone Rosso 17 di Donato Angiuli è un Primitivo non filtrato. Il colore è rosso purpureo intenso. Al naso prevalgono sentori fruttati, che richiamano la ciliegia, l’amarena e la pesca, combinati a note speziate di liquirizia e pepe rosa. Al palato evidenzia una struttura importante e decisa, il corpo è strutturato e vellutato

Preferiti di Winepoint
LM
96/100
GR
2 bicchieri

Il Primitivo "Maccone"di Donato Angiuli è un vino rosso appagante, caldo e dalla forte personalità. Il colore è rubino intenso con riflessi violacei. Il profumo è generoso e fragrante con note fruttate di susina, prugna e marasca. Al palato è dotato di gran corpo e struttura con tannini morbidi. Affinato esclusivamente in acciaio per meglio conservare gli aromi tipici del primitivo

Preferiti di Winepoint
Vi
3 Viti AIS
LM
96/100
GR
2 bicchieri

Il Maresco Bianco “Maccone” è un vino bianco agile e di facile beva, caratterizzato da acidità vibrante e sorso fruttato. Vinifica in acciaio ed è perfetto per accompagnare crostacei e preparazioni di pesce in genere, antipasti e pranzi leggeri.

Preferiti di Winepoint