BLOG  

Grillo

 aggiungi ai PREFERITI

Il Grillo è una importante varietà della Sicilia
occidentale di cui si sono ignorate per lungo tempo
l’origine e la provenienza. La prima citazione sembra
risalire al 1873 mentre il vitigno non è citato tra
quelli coltivati in provincia di Trapani nel 1886.
Sull’isola sarebbe arrivato dopo l’invasione
fillosserica
, adattandosi bene alle nuove condizioni
pedoclimatiche: la naturale predisposizione
del Grillo a dare vini particolarmente alcolici e
di facile ossidazione (qualità importanti per la
produzione del Marsala) gli fece guadagnare la
stima dei produttori di quella zona, a scapito
del Catarratto, che risultava meno produttivo su
quei terreni. Negli anni Trenta, all’apice della
ricostruzione fillosserica, al Grillo fu assegnato circa
il 60% dei terreni vitati dell’attuale provincia di
Trapani. È iscritto al Registro Nazionale delle Varietà
di Vite dal 1970.

Recenti studi molecolari hanno dimostrato che è frutto di un incrocio tra Catarratto e Moscato di Alessandria (o Zibibbo), confermando anche la sua identità con il Rossese Bianco coltivato in Liguria. Sembra pertanto che l’origine si possa attribuire al barone Antonio Mendola, che verso la fine dell’Ottocento realizzò numerosi incroci trai genitori del Grillo.

Passata l’euforia della ricostruzione postfillossera il Grillo ha perso progressivamente terreno a favore di varietà più redditizie: oggi non più del 5% della superficie vitata del Trapanese è dedicata a questo vitigno, che entra nella composizione della DOC Marsala. Nel resto dell’isola è ancor meno diffuso.

Il grappolo e medio, cilindrico o conico, semplice o alato, spargolo o mediamente compatto. L’acino e medio o grosso, sferoidale, con buccia trasparente, spessa, consistente, leggermente pruinosa e di colore giallo dorato con chiazze ambrate. La vendemmia si effettua di solito nella seconda metà di settembre.

Si tratta di un’uva impiegata sia a tavola sia per la vinificazione. In purezza (ma è più frequente l’abbinamento ad altre varietà locali), dà vita a un Vino dal colore giallo paglierino intenso, con profumi evoluti di fiori secchi e di fieno, dal gusto caldo, asciutto e leggermente tannico, con una buona acidità che lo rende particolarmente adatto all’invecchiamento


Vini con uve del vitigno Grillo