Prié Blanc: un vitigno di alta montagna

Prié Blanc: un vitigno di alta montagna

Fino a 1200 metri sul livello del mare, anche qualcosa in più, tanto in alto si spinge il Priè blanc, un’uva autoctona della Valle d’Aosta che ama particolarmente l’altitudine. Il vigneto “Piagne”, svetta sopra Morgex a 1242 metri circa, terrazzato su più livelli, domina la vallata sottostante da una posizione particolarmente panoramica. Un solo vitigno riesce a portare a maturazione i propri grappoli anche a queste quote e a... Continua a leggere →

Le parole del vino

Le parole del vino

Per una lezione che ho tenuto pochi giorni fa, sono andato a rispolverare alcuni vecchi libri sul vino, su uno di questi ho trovato una definizione del Lambrusco dolcissima: “di bel colore rosso rubino, ha lievi varianti secondo il cultivar usato e la zona di produzione, ha allegro profumo vinoso e sapore anche vinoso, caratterizzato di volta in volta da frizzantino più o meno pronunciato e da vivace schiuma”. Trattasi de “Il Vino... Continua a leggere →

“A Muntagna”, i vini dell’Etna

“A Muntagna”, i vini dell’Etna

I catanesi lo chiamano semplicemente “a Muntagna”, la montagna. Ogni mattina, forse senza pensarci, scrutano la cima del monte, quel pennacchio spesso coperto dalle nuvole, osservandolo come un oracolo, come un profeta. La montagna è l’Etna, la più elevata cima siciliana che, imponente e mitologica, domina Catania e tutta la riviera orientale dell’isola. Le sue pietre nere punteggiano il paesaggio dalla cima ai faraglioni, che la... Continua a leggere →

Vino bianco della Puglia

Vino bianco della Puglia

Negroamaro, Primitivo, Nero di Troia, Sussumaniello, Aleatico e molti altri ancora, tutti vitigni molto coltivati in Puglia e tutti a bacca rossa. In effetti quando si pensa al tacco dell’italico stivale si pensa ai suoi grandi rossi, almeno un paio di essi, Negroamaro e Primitivo sono conosciuti da tutti. La Puglia però, che per quantità di produzione è da sempre una delle regioni più prolifiche d’Italia, è anche patria di... Continua a leggere →

Le differenze nei vini a seconda della varietà di uve e di terroir

Le differenze nei vini a seconda della varietà di uve e di terroir

Ogni bottiglia contiene il mosto fermentato di centinaia di acini. Ha qualche importanza il tipo di uva? Decisamente si. Il gusto di un vino è influenzato da ogni sorta di fattori. - Le condizioni climatiche (e in qualche caso economiche) specifiche dell’anno in cui le uve sono state raccolte (il millesimo) e di quello precedente. - Il modo in cui il vino è stato fatto (vinificazione) e trattato prima dell’imbottigliamento (affinamento).... Continua a leggere →

Che vino abbinare alla frutta?

Che vino abbinare alla frutta?

È una delle classiche domande trabocchetto degli esami per Sommelier: quale vino abbinerebbe ad una macedonia di frutta fresca? La risposta esatta, da manuale, è una sola: con la frutta non si abbina nessun vino, così come con l’insalata, i finocchi, il peperoncino, il gelato. Questo solo per fare degli esempi di prodotti detti inabbinabili. Ma è poi vero che con la frutta nessun vino può essere accostato con soddisfazione?... Continua a leggere →

La Toscana ed i suoi vini

La Toscana ed i suoi vini

Colline ondulate, a volte così tonde che sembrano disegnate col compasso, vallate ampie, pianure costiere, le Alpi Apuane che nascondono e svelano il mare, e il monte Amiata, ultimo baluardo montuoso verso il mare, a sud... Il paesaggio della Toscana è tra i più vari e queste caratteristiche si riflettono anche nei vini. E al tempo stesso, almeno nelle zone collinari, resta un carattere definito, un’identità fatta di vigneti, oliveti e... Continua a leggere →

Vini Bianchi da invecchiamento

Vini Bianchi da invecchiamento

Trier (Treviri in italiano) è una cittadina rilassante, sospesa tra Germania, Belgio e Francia, seppur in territorio teutonico, risente dell’influsso sia francese che belga. Tra i motivi per i quali Treviri è famosa due vengono spesso citati: è la città natale sia di Sant’Ambrogio, sia di Marx. Proprio davanti alla casa in cui vide i natali l’autore de Il Capitale, in una piccola viuzza lastricata di pietra, con edifici a due piani... Continua a leggere →

Buon Venerdì

Continua a leggere →

Pillole di vino: la forma delle bottiglie

Pillole di vino: la forma delle bottiglie

“Le bottiglie del vino sono: la Renana, la Bordolese, la Borgognotta. Ogni altra bottiglia è da considerarsi di fantasia (quasi sempre deplorevole)”. Così scriveva Veronelli nel suo libro “Il Vino giusto” edito in quarta edizione nel 1974 – la prima è del 1971 –. E’ un assunto perentorio, anche simpatico se si vuole, che traccia una linea netta e pone in fuori gioco qualsiasi altro tentativo di trovare una forma alternativa al... Continua a leggere →

Articoli successivi »