BLOG  
Aglianico del Vulture 'Il Sigillo' Cantine del Notaio 2013
Valutazione media:

Aglianico del Vulture 'Il Sigillo' Cantine del Notaio 2013

Cantine del Notaio
Gambero Rosso: 2012 - 2 bicchieri Vitae AIS: 2012 - Vitae AIS Vitae AIS Vitae AIS Vitae AIS Guida Bibenda: 2012 - Guida Bibenda Guida Bibenda Guida Bibenda Guida Bibenda Guida Bibenda Wine Spectator: 2010 - 92/100 Robert Parker: 2011 - 95/100 Luca Maroni: 2011 - 97/100
€ 43,00 € 32,50
Q.tà  
 

L'Aglianico del Vulture "Il Sigillo" Cantine del Notaio, è ottenuto da uve vendemmiate tardivamente che provengono da una sola vigna, quella storica aziendale di Maschito, alla Contrada Cerentino. Le uve, raccolte in piena surmaturazione e fermentate con macerazione lunga. Al naso è possibile riconoscere note di confettura di more, di amarene e di ribes nero. Il sorso è morbido e potente, con un lunghissimo finale di liquirizia e cioccolato fondente. Reinterpretazione moderna di una tecnica antica che rende questo Aglianico simile ad un Amarone. Affina 24 mesi in carati di rovere.


Tipologia: vino rosso fermo
Classificazione: Aglianico del Vulture DOC
Uve:
100% Aglianico
Produttore: Cantine del Notaio
Contenuto:
75,0 cl
Regione: Basilicata
Zona di produzione: Rionero in Vulture (PZ – Basilicata)
Periodo di vendemmia: fine Novembre.
Macerazione: circa 1 mese.
Invecchiamento: 12 mesi in barriques nuove di rovere francese e 12 mesi in barriques di terzo passaggio, in grotte naturali di tufo vulcanico
Affinamento in bottiglia: 4 mesi.
Gradazione alcolica: 15.0% vol.
Temperatura di servizio: 18°C. Servire in calici ampi
Abbinamento cibo-vino: Ottimo con arrosti, ma anche con dolci a base di cacao amaro fuso
Stile e filosofia del produttore: Vignaioli Indipendenti

Un vino rosso strettamente legato al terroir. Questo è il biglietto da visita de "Il Sigillo" Aglianico del Vulture DOC prodotto dalla famosa azienda Cantine del Notaio. Questa etichetta rappresenta il cuore di un lavoro che la famiglia Giuratrabocchetti ha portato avanti con passione nel corso degli anni, una filosofia che ha trovato nella costante valorizzazione dell'Aglianico la sua ragion d'essere. Questo pregiato vitigno dalle origini incerte, viene coltivato nei vigneti di Rionero in Vulture, vicino Potenza. In questi luoghi dove la Basilicata esprime la sua natura di terra selvaggia, a volte aspra e incontaminata, l'uva cresce rigogliosa grazie al "tufo che allatta". Cosi i contadini del luogo sono soliti indicare la particolarità del terreno vulcanico dove i depositi tufacei catturano e rilasciano l'acqua nei periodi più siccitosi.

L'Aglianico del Vulture è caratterizzato da un ciclo vegetativo molto lungo che comporta una vendemmia tardiva, sul finire del mese di novembre, quando i grappoli sono leggermente surmaturati. La macerazione è lunga perché, per regalare quel carattere così ricco al Sigillo, è necessario favorire un'estrazione completa dei tannini. L'affinamento si svolge all'interno di spettacolari grotte di tufo vulcanico per 12 mesi in barriques nuove e per altri 12 in barriques di terzo passaggio. Il Sigillo delle Cantine del Notaio ha un profilo olfattivo fruttato, costituito da piacevoli note di sottobosco che sfumano in sentori di cioccolato e pepe nero. Il gusto opulento e vellutato lo rende un compagno perfetto per la carne rossa e i formaggi stagionati. Imperdibile con i dolci a base di cioccolato.

Regione: Italia - Basilicata

Cantina: Cantine del Notaio  aggiungi ai PREFERITI

Vitigni: Aglianico

Denominazione: Aglianico del Vulture D.O.C.

Lo sapevi che:

Il Sigillo Aglianico del Vulture DOC Cantine del Notaio ha ottenuto anche i seguenti riconoscimenti:
Radici del Sud 2016 Salone dei vini autoctoni meridionali: annata 2010 - 1° classificato categoria Agliaico del Vulture




Commenti

Esegui il login o registrati per poter lasciare il tuo commento

 

Valutazione media:
Anonimo
Anonimo
Anonimo
Anonimo
Anonimo