castello di verduno

Poche cantine possono vantare un legame così stretto con la storia del Barolo come il Castello di Verduno, la cui vicenda vitivinicola inizia a propria volta nel 1838, quando Re Carlo Alberto di Savoia acquista il Castello ed incarica il Generale Paolo Francesco Staglieno, stratega ma anche enologo, di adibirlo a centro di produzione del vino. L'opera fondamentale del Generale, "lstruzione intorno al miglior modo di fare e conservare i vini in Piemonte" (ove si recepiscono anche gli insegnamenti dell'enologo di casa Falletti, Louis Oudart) fonda la moderna tecnica di produzione del "vino dei Re". Ma è altrettanto significativo che, intorno ai primi del 1900, il Castello sia stato acquistato dalla famiglia Burlotto, altro nome storico del Barolo, e sia stato ristrutturato dal leggendario Commendator G.B. Burlotto. Oggi le nipoti di Giovanni Battista gestiscono questa gloriosa Azienda nel segno assoluto della continuità con la tradizione, con affinamento in grandi botti di rovere di Slavonia e lunghe macerazioni.
Le scelte produttive dell’azienda vitivinicola, mirano in primis ad ottenere vini, le cui peculiarità sono riconducibili a questo territorio, caratterizzato da una secolare tradizione enologica, della quale la cantina ha svolto e svolge tutt’oggi un ruolo di significativa importanza; la cantina ha sempre creduto nei suoi prestigiosi vitigni: Barolo e Barbaresco sono cresciuti in qualità e prestigio, riscuotendo successo nei mercati di tutto il mondo. Oggi Castello di Verduno può vantare, grazie ai poderi di proprietà localizzati tra le colline di Verduno e Barbaresco, i più prestigiosi gioielli enologici delle Langhe; il Barolo, il Barbaresco e il Verduno, unitamente ad un piccola perla enologica, frutto del vitigno Pelaverga (primo vigneto in purezza impiantato nella zona di produzione) rappresentano il grande valore della produzione di Castello di Verduno. Le vigne aziendali sono seguite premurosamente dall’occhio attento e dalla mano esperta di Franco; ogni singola vite viene scrupolosamente curata, dalle fasi di potatura, fino a giungere alla vendemmia: l’obiettivo è sempre quello di ottenere una quantità di prodotto ottimale, per il raggiungimento di elevati standard qualitativi del frutto, sempre con grande rispetto fisiologico della pianta. Le fasi di vinificazioni vengono eseguite con l’ausilio di tecniche tradizionali; in particolare per Barolo e Barbaresco, viene operata una fermentazione in tino parto, seguita da un lungo affinamento, che avviene in grandi botti di rovere, nelle cantine di Barbaresco. Tutte le fasi del processo produttivo, vengono condotte con l’impegno e la passione del giovane enologo Mario Andrion.

I vini di castello di verduno
'Bellis Perennis' Castello di Verduno 2019
castello di verduno 'Bellis Perennis' Castello di Verduno 2019

Fresco, delicato e scorrevole, il “Belli Perennis” è perfetto per accompagnare pasti leggeri e preparazioni a base di pesce e verdure. Perfetto come aperitivo e per piccoli antipasti.

Barbaresco Rabajà Castello di Verduno 2015
castello di verduno Barbaresco Rabajà Castello di Verduno 2015

Complesso e raffinato vino rosso dai profumi balsamici, erbacei e di lamponi maturi. All’assaggio è di ottima struttura e persistente.

GR
2 bicchieri rossi
Spumante Metodo Classico Brut Rosé 'S-Ciopét' Castello di Verduno 2016
castello di verduno Spumante Metodo Classico Brut Rosé 'S-Ciopét' Castello di Verduno 2016

Fresco e vivace, questo Spumante piemontese è perfetto per accompagnare antipasti di carne e di terra, salumi e carni bianche delicate. Fantastico come aperitivo.

Barbaresco 'Rabajà-Bas' Castello di Verduno 2016
castello di verduno Barbaresco 'Rabajà-Bas' Castello di Verduno 2016

Il Barbaresco “Rabajà-Bas” nasce da viti vecchie posizionate nei migliori vigneti della denominazione. Vinifica in legno, dove matura per 20 mesi in botti grandi di rovere di Slavonia e affina in bottiglia per altri 26 mesi. Ottimo con le carni rosse e splendido con la selvaggina.

Perfetti da regalare
GR
2 bicchieri rossi
Bi
Bibenda 4 Grappoli
Vi
4 Viti AIS
Barolo 'Massara' Castello di Verduno 2015
castello di verduno Barolo 'Massara' Castello di Verduno 2015

Colore granato ed invitanti aromi di ciliegia, confettura di mirtilli e spezie a cui seguono più delicate sensazioni di torrefazione ed erba di montagna. Grande qualità emerge anche all’assaggio corposo, sapido ed equilibrato. Tannino setoso. Affina quasi 3 anni in botte grande.

Perfetti da regalare
Vi
3 Viti AIS
GR
2 bicchieri rossi
JR
17/20
Bi
Bibenda 4 Grappoli