BLOG  

Elenco di tutti le Cantine

Col Vetoraz

 aggiungi ai PREFERITI

Col Vetoraz

Col Vetoraz è una delle cantine più affermate e ricercate dell'intero territtorio. Nata per volontà di tre soci, Francesco Miotto, Paolo De Bortoli e Loris Dall'Acqua, oggi può contare su una dozzina di ettari di proprietà. Il segreto di tanto successo è da ricercare nella precisione stilistica del loro Prosecco che, partendo da uve di grande qualità, conduce a vini dal profilo aromatico raffinato e beva succosa e immediata.
L’azienda è ubicata sulla sommità della collina Col Vetoraz, a fianco del “Mont” di Cartizze, in San Stefano di Valdobbiadene: si tratta del punto più elevato del Monte Cartizze, che raggiunge quasi 400 metri sopra il livello del mare. L’insediamento della cantina su questo territorio, risale al 1838; da allora l’azienda intraprese la coltivazione della vite per la produzione del Prosecco Superiore e Cartizze Superiore. Nell’anno 1993, Francesco Miotto, discendente della famiglia di produttori storici, insieme a Paolo De Bortoli e a Loris Dall’Acqua, diedero vita all’attuale configurazione di cantina Col Vetoraz. Il Valdobbiadene Superiore Docg, viene coltivato da molto tempo su questa fascia collinare della marca trevigiana; più precisamente le uve che danno origine al Vadobbiadene Superiore, vengono coltivate sulle colline che si estendono tra Valdobbiadene e Conegliano. La storia antica di questo vino è strettamente legata a quella del proprio territorio di origine. Certamente il Valdobbiadene Superiore ha notevolmente influito nei secoli sugli usi, costumi e tradizioni di questi luoghi, oltre che ovviamente sull’economia delle comunità locali. L’origine di questo vitigno è molto antica: sembra che queste uve fosse coltivate sul territorio, addirittura prima del periodo di colonizzazione di Veneto e Friuli Venezia Giulia da parte degli Antichi Romani, avvenuto nel corso del II secolo a. C. Noti i versi del poeta latino Virgilio che scrisse di queste terre: “Le viti flessibili tessono ombre leggere“. Certamente si conosce poco delle varietà presenti su queste colline nell’antichità; tuttavia vi sono fonti in epoca romana che sottolineano la presenza proprio del Valdobbiadene Superiore: secondo il parere di alcuni ricercatori storici, questo vitigno è compatibile con l’uva che ha dato origine al celebre vino Pucino, al quale l’imperatrice Livia, moglie dell’Imperatore Augusto, avrebbe attribuito la propria longevità. Si legge a tal proposito tra gli appunti dell’imperatrice Livia: “Nessun altro vino è più indicato per un uso medicinale”. Il celebre storico Plinio Il Vecchio, in una Sua rassegna relativa ai vini conosciuti nel periodo dei Cesari, descriveva il Pucino come uno dei grandi vini che era presente sulle tavole dei dignitari romani, conosciuto come un prodotto in grado di allungare la vita delle persone.


Cantina Col Vetoraz


Vai all'elenco di tutte le Cantine disponibili su Wine Point