L'abbinamento di un grande vino rosso

L'abbinamento di un grande vino rosso

Un grande rosso, invecchiato, profumato, suadente, quasi immaginifico. E’ il sogno di qualsiasi sommelier o wine lover, poter degustare un grande vino rosso che sappia esprimere complessità olfattiva, notevole eleganza e profondità.
A chi più e a chi meno spesso accade e, quando capita, è un godimento. Potersi misurare con la complessità data da qualche anno di invecchiamento, inebriarsi con profumi eterei terziari, perdersi nell’eleganza e nella finezza di un grande vino rosso è un piacere pregiato spesso taumaturgico, e se proprio non si tratta di miracoli, almeno il potere di volgere al meglio una giornata grigia, è una capacità che ad un grande vino rosso nessuno nega.
Proprio perché spesso si sceglie un vino siffatto solo per il piacere di berlo, quasi mai ci si sofferma a riflettere se la bottiglia sulla quale si sono orientati i nostri favori, sia anche la scelta giusta per soddisfare al meglio l’abbinamento con il piatto, che il vino accompagnerà. E badate bene che non è questione da poco, perché un grande vino rosso di tale portata racchiude in se tanti pregi, alcuni dei quali però, condizionano, e molto, l’abbinamento con il cibo.

Vediamone alcuni. Innanzi tutto la struttura, un grande vino rosso probabilmente sarà dotato di una imponente struttura e andrà abbinato ad un piatto dalla medesima caratteristica. In secondo luogo la persistenza, caratteristica che un grande vino rosso con tutta probabilità possiede; anch’essa richiederà attenzione in fase di abbinamento, un cibo dalla limitata persistenza gustativa potrebbe essere coperto dal vino. La morbidezza poi, anche questa caratteristica merita le giuste osservazioni. Un grande vino rosso, specialmente se evoluto, gode certamente di buona morbidezza gustativa, è bene associarlo a dei piatti speziati, o con tendenza amara, ad esempio il bruciacchiato di una bella Fiorentina, oppure addirittura piccanti.
In conclusione dunque, possiamo arrivare a dire che, se un grande vino rosso è sempre un piacere, quando lo abbiniamo ad un piatto, per non rovinare quest’ultimo o addirittura il vino, occorre porsi qualche domanda e valutare le ipotetiche risposte. Male che vada, se proprio il piatto giusto non c’è, nessuno ci vieta di degustare il vino da solo, per il semplice e meraviglioso piacere che sarà in grado di regalarci.
Il consiglio degustativo di oggi cade su un'ampia selezione di vini, ==> Clicca qui per scoprirla<==


Se vuoi seguire il mio blog con tutti i miei articoli ==>clicka qui<==
Di seguito trovi un breve elenco ed il relativo link:
Ricordando Mario Soldati: Montevecchia
Un vitigno mediterraneo: il Vermentino
Tanto vino da fare girare la testa: il Veneto
Frutti e profumi di Sicilia
Marche: una pubblicità vera
Toscana: il Sangiovese
Piemonte: dialogo improbabile tra Barbera e Nebbiolo
Il Friuli ed i suoi grandi vini
Dieci Millenni di Vino parte 2
Dieci Millenni di vino parte 1
Montalcino. quando il vino fa economia
Tre buoni motivi per bere Lambrusco
Montalcino: quando il vino fa economia
L'Amarone. In principio fu Recioto
Gewurztraminer: l'uva di Termeno cresciuta in Alsazia
Collio: DOC inter ...statale
Sua Maestà il Barolo
Bolgheri: Cipressi e Vino
Lugana: un vino da scoprire
Bortolomiol: Prosecco da tre Secoli
C'è Prosecco e ... Cartizze
Hofstatter: l'importanza della vigna
Ca' del Bosco. L'arte del vino
Il successo di Bellavista: ottimo vino, idee e marketing
Il Marsala tra storia e mito parte 2
Il Marsala tra storia e mito parte 1
Discussione "alta" sulla mineralità del vino
Tre falsi miti sul vino ed una verità
Uva e Nuraghi. I grandi rossi di Sardegna
Uva e Nuraghi. I grandi bianchi di Sardegna
Il caso Gaja e quanto vale una DOP (o DOCG)
Trento DOC
La vita della vite
La sequenza dei vini a tavola
I profumi del vino

La giusta temperatura
Dimostrate di essere dei veri esperti: girate il bicchiere

Geografia del vino: le Langhe
Come conservare un vino

Tappi, tappi, tanti tappi ...
La degustazione parte 1: guardare un vino
La degustazione parte 2: colore ed intensità
La degustazione parte 3: la densità
La degustazione parte 4: prima di berlo ... annusiamolo
La degustazione parte 5: il Vino all'assaggio
La degustazione parte 6: la strana bilancia
La degustazione parte 7: lo stato evolutivo
Un passito è sempre un vino dolce?
Ad un piatto orientale, quale vino abbinare?
Il Pinot Nero ed il decanter
Bollicine a pasto? Certo che SI
Come nasce uno spumante


Iscriviti alla newsletter

Nome:
E-mail:
Informativa sul trattamento