Dieci millenni di vino parte 2

Dieci millenni di vino parte 2

Oggi beviamo vino per piacere, per il gusto di una buona bottiglia, la peculiarità di un’annata o di una specifica etichetta, ma ciò che ce lo permette, la ricchezza di cui beneficiamo, è molto recente ed il vino in passato fu, e rimase per molti secoli, prima di tutto un alimento, una componente essenziale della dieta personale ed anche un simbolo del cristianesimo. Settimana scorsa raccontavamo di come fossero aromatizzati,... Continua a leggere →

Dieci millenni di Vino parte 1

Dieci millenni di Vino parte 1

Giunti nell’anno diciassettesimo del terzo millennio beviamo ancora vino, come lo bevevano i nostri nonni e come lo berranno i nostri nipoti. Se le tendenze cambiano e anche i consumi risentono delle mode e dei costumi che evolvono, è pur sempre vero che il vino ha attraversato secoli di storia senza subire stravolgimenti sostanziali. Il nettare di Bacco è sempre prodotto con uve fresche, pigiate e accudite da sapienti mani che sanno... Continua a leggere →

Montalcino: quando il vino fa economia

Montalcino: quando il vino fa economia

Uno dei rossi di riferimento in Italia non ha una storia poi tanto lunga. In Toscana si fa vino da prima dell’impero romano, questo si! Il Chianti classico, ad esempio, ha festeggiato nel 2016 i trecento anni dalla prima delimitazione della zona di produzione; il Sangiovese a Montepulciano dava origine al vino dei nobili. Tutto questo è vero, però il Brunello non è così antico come si possa credere, almeno il Brunello che conosciamo... Continua a leggere →

Tre buoni motivi per bere Lambrusco

Tre buoni motivi per bere Lambrusco

Di motivi per bere Lambrusco ce ne sarebbero molti più che tre e sarebbero tutti buoni, ma dato che di solito si dice così, mi limiterò a tre. Rigorosamente in ordine sparso e senza pretesa di esaustività e nemmeno di aver individuato i principali, ecco i miei tre buoni motivi per bere Lambrusco sempre, soprattutto in periodo di festa. Motivo numero uno. L’uva Lambruschia è presente nell’area emiliana dalla notte dei tempi, l’impero... Continua a leggere →

L’Amarone. In principio fu Recioto Secco

L’Amarone. In principio fu Recioto Secco

Un detto veronese cita: “un grande Amarone l’è un recioto scapà”. Tutti conoscono l’Amarone, grande vino rosso della Valpolicella, quella meravigliosa terra di colline, ciliegie, marogne e vino sita a nord, est e ovest, di Verona; pochi però conoscono come l’Amarone è fatto e come sia nato. Partiamo proprio dal detto dialettale. Nasce prima il Recioto, a volte in passato scritto con due T, “Reciotto”. E’ un vino dolce,... Continua a leggere →

Gewurztraminer: l'uva di Termeno cresciuta in Alsazia

Gewurztraminer: l'uva di Termeno cresciuta in Alsazia

Gewurztraminer è l’uva di Termeno, meglio dire Tramin, in Alto Adige. Anzi no, il Gewurztraminer è nato in Alsazia (Francia), forse si e forse no, perché anche la Jura, sempre in Francia, ne rivendica la paternità. Di fatto, da dove arrivi il Gewurztraminer non si sa. Ragionando con logica è però possibile supporre che l’uva bianca che oggi conosciamo con questo nome, abbia a che fare con tutte queste zone, sicuramente con almeno due... Continua a leggere →

Collio: DOC inter...statale

Collio: DOC inter...statale

Esistono DOC interregionali, abbiamo parlato di Lugana ad esempio, che si estende in Lombardia e Veneto, se dal Veneto ci dirigiamo in Friuli potremmo incontrare Lison Pramaggiore, un’altra denominazione che insiste su più di una Regione. Il Collio invece vede le sue viti varcare addirittura i confini dello stato, dall’Italia alla dirimpettaia Slovenia, in un susseguirsi di colline verdi e strade poco battute, senza poter osservare il... Continua a leggere →

Sua Maestà il Barolo

Sua Maestà il Barolo

Il Re non fu tale dall’inizio, negli anni ottanta se compravi il Dolcetto invece di farti lo sconto ti regalavano qualche bottiglia di Barolo. Sarà vero? Non si direbbe, ma dato che l’aneddoto arriva da un amico fidato, produttore e persona seria, tendo a crederci. Un dato è vero, i Barolo Boys, come poi li hanno chiamati, forse non sarebbero esistiti, se il vino langarolo avesse goduto di grandi fortune ovunque e sempre. Carlo Petrini... Continua a leggere →

Bolgheri: Cipressi e Vino

Bolgheri: Cipressi e Vino

Bolgheri è una terra entrata nel mito, un luogo distante da ogni altro luogo del vino italiano, un vino distante da ogni altro vino toscano. Un lungo viale ondulato e diritto, cintato da un doppio filare di alti cipressi, percorre i cinque chilometri che separano San Guido da Bolgheri, il mare della costa etrusca dalle vigne dove nascono tanti vini ormai parte del mito. Bolgheri non ha una storia antica, tutt’altro, e non è nemmeno una... Continua a leggere →

Lugana: un vino da scoprire

Lugana: un vino da scoprire

Può una zona vitivinicola che possiede tutte le qualità per fare del buon vino e che, a tutti gli effetti, fa del buon vino, non essere famosa come merita? Certo! Siamo in Italia… Più precisamente siamo nel basso Lago di Garda, tra la Lombardia e il Veneto, nelle terre attraversate dal fiume Mincio, che proprio dal Benaco (Lago di Garda) esce per dirigersi verso il Po. Per fare un buon vino ci vuole un buon clima generale. Siamo in Italia... Continua a leggere →

Articoli successivi »