La riscoperta del Timorasso

La riscoperta del Timorasso

Diversi anni fa, era il 2005 se non ricordo male, mi imbattei per la prima volta nel Timorasso. A Milano insieme a degli imprenditori del settore agricolo organizzammo una piccola rassegna di prodotti enogastronomici, all’interno di un più vasto evento di design e arredamento. Era uno di quegli appuntamenti detti “fuori salone” in occasione del Salone del mobile. Parlare oggi di Timorasso è più semplice, molti appassionati lo... Continua a leggere →

L'importanza del vitigno

L'importanza del vitigno

Quando diciamo che ci piace lo Chardonnay, cosa intendiamo? Semplice, ci piace un vino bianco prodotto partendo da uve Chardonnay. Solo indicando il vitigno utilizzato, cioè la base ampelografica del vino, stiamo già compiendo una scelta, che comporterà il ritrovare determinate caratteristiche piuttosto che altre, nel vino che berremo. Pensiamo ad esempio ai vitigni aromatici, ovvero quelli che mantengono caratteristiche olfattive simili... Continua a leggere →

Cambia l’annata, viva l’Alto Adige

Cambia l’annata, viva l’Alto Adige

Avevo già scritto riguardo l’Alto Adige, è stato uno dei primi miei articoli per WinePoint, ed è un piacere poterne parlare ancora. La scusa è il cambio dell’annata in corso, che cade come ogni anno in prossimità del Vinitaly. Arrivano i buyer stranieri e le aziende propongono la produzione nuova e più recente, sperando di confermare i favori ricevuti negli anni precedenti. Il vino è materia viva, potremmo poeticamente aggiungere... Continua a leggere →

Chianti Classico: il Gallo Nero

Chianti Classico: il Gallo Nero

Pieno medioevo, Firenze e Siena sono in guerra. Tanto per cambiare due capoluoghi toscani se le danno di santa ragione, lungi dall’idea di Stato unico, si disputano un lembo di territorio a suon di sangue e ossa rotte. Firenze sta a nord e Siena a sud, una sopra l’altra, collegate da una statale che prende il nome di Chiantigiana, pure allora, quando la statale a due corsie non c’era, quella parte di Toscana era detta del Chianti. Una... Continua a leggere →

Ricordando Mario Soldati: Montevecchia

Ricordando Mario Soldati: Montevecchia

Quando, a partire dal 2008, venne codificata la Denominazione IGT Terre Lariane, qualcuno secondo me gridò allo scandalo: la neonata provincia di Monza e Brianza esigeva la sua denominazione. Del resto in Italia le IGT, Doc e Docg aumentano progressivamente, spesso (c’è da supporre) senza un reale legame al territorio e ad una vera produzione di qualità. Nel caso dei vini di Montevecchia, cuore della citata denominazione che comprende in... Continua a leggere →

Il Riesling della Mosella

Il Riesling della Mosella

Scrivere di vino è sempre divertente, a volte lo è molto di più, questa è una di quelle volte. Parleremo di Mosella, ovvero quell’area vitivinicola che comprende Ruwer, Saar e appunto la Mosella. Tre fiumi, i primi due che confluiscono nel secondo e infine questo che confluisce nel Reno. Siamo nella Germania centro orientale, Tra le città di Treviri e Coblenza. Se qualcuno dovesse pensare ancora che la Germania è patria di sole birre e... Continua a leggere →

Un vitigno mediterraneo: il Vermentino

Un vitigno mediterraneo: il Vermentino

Alcuni vitigni sono fortemente localizzati, nel senso che vengono impiegati con pieno successo in aree specifiche, a volte molto piccole. Altri ben si adattano ad ogni clima e condizione, portando i propri acini a piena maturazione un po’ ovunque. Altri vitigni ancora sono legati, più che ad un luogo specifico, a specifiche condizioni; è il caso del Vermentino, che cresce bene in molti luoghi ma che non può prescindere dal mare. È come... Continua a leggere →

Tanto Vino da far girare la testa: il Veneto

Tanto Vino da far girare la testa: il Veneto

Questa volta davvero non è semplice, cercare di riassumere una regione intera in un unico articolo è già ardimentoso normalmente, se la regione in questione è il Veneto l’ardimento non basta, le doti di sintesi sono messe in seria difficoltà e il pericolo di scrivere un pezzo che abbia poco senso è reale. In effetti, basta uno sguardo alla cartina delle denominazioni di origine per rendersi conto di quale sia la portata... Continua a leggere →

Frutti e profumi di Sicilia

Frutti e profumi di Sicilia

Alla Pescheria di Catania tutto è esposto per strada: pesci di ogni genere, pescati di fresco durante la notte, esposti su banchi improvvisati dagli stessi pescatori. Non solo pesce però, anche carni, frutta e verdure da vendere e comprare nel quartiere del vecchio mercato del pesce, che per i catanesi è semplicemente A’ Piscaria. Chi c’è stato sa di cosa parliamo: un’esplosione di gusto, colori e profumi unica, affascinante e... Continua a leggere →

Marche: una pubblicità vera

Marche: una pubblicità vera

Uno spot televisivo di qualche anno fa recitava: Marche, una regione plurale. Credo fosse Dustin Hoffman l’interprete del messaggio. Era una pubblicità volta a valorizzare tutto il comparto turistico marchigiano, comparto che però non può, e infatti non prescinde, dall’enogastronomia. Se poi si vuole analizzare il settore vitivinicolo nello specifico, allora le Marche diventano davvero una regione plurale. Nello scorso articolo abbiamo... Continua a leggere →

Articoli successivi »