Pigato

La nascita del Pigato è verosimilmente da
attribuire alla Spagna, mentre all'origine del
nome ci sarebbero il termine dialettale 
pigatu (macchiato) e si riferirebbe alla
caratteristica macchia che ha l'acino a
maturazione, oppure il termine latino picatum,
che indicherebbe un vino aromatizzato in uso
ai tempi dei Romani. Dà origine ad un vino
dai profumi ampi e di frutto giallo maturo,
morbido al palato e dotato di un finale
amarognolo. Studi recenti sulla genetica di
questo vitigno lo accumunerebbero
al vermentino ed alla favorita. Oggi è
coltivato in massima parte in Liguria, in
particolare nella DOC Riviera Ligure di
Ponente
.

Vini con uve del vitigno Pigato