BLOG  

Pigato

 aggiungi ai PREFERITI

Origini e Diffusione del Pigato

Il Pigato, un vitigno a bacca bianca particolare, unico nel suo genere, e probabilmente molto antico. Si ritiene che le sue origini possano essere greche, forse una tipologia di vite importata nella penisola italica, nell’attuale territorio ligure, dalla regione della Tessaglia.
Un vino che viene chiamato solo con questo suo classico nome o, al massimo, nella sua forma dialettale “pigà” o “pigau”, termine che sta a indicare le particolari macchie brune e rugginose che si formano sugli acini di questa pianta, al termine della maturazione.
In epoca romana era documentato un vino molto particolare, aromatizzato con la pece, che aveva il nome di picatum: l’assonanza avvince ma non si hanno certezze di una possibile similitudine tra questo antico prodotto e l’uva che oggi conosciamo come Pigato.
Si tratta di un vitigno del tutto sconosciuto al di fuori della penisola italica e, anche in quest’ultima, lo si trova diffuso e coltivato soprattutto nel limitato territorio della Riviera Ligure di Ponente, in provincia di Savona, nella Valle dell’Arroscia e nella Piana di Albenga.
Spesso il Pigato è stato confuso con il vitigno Vermentino ma, in realtà, si tratta di tipologie di vite diverse, per caratteri botanici e carpologici.

 

Caratteristiche del Vitigno Pigato

Il vitigno Pigato è caratterizzato da foglie e grappoli di media grandezza, quest’ultimi dotati di acini dalla tipica forma allungata e con quella speciale colorazione dorata, con piccole chiazze color ruggine, che indica una completa maturazione.
E’ un vitigno che predilige la coltivazione in terreni dotati di un sottosuolo ghiaioso, asciutti e dalla buona permeabilità. Ama gli habitat collinari, soprattutto se nelle vicinanze del mare, caratterizzati da un ottimo irraggiamento e da un clima ventilato.

Solo in ambienti di questa tipologia il vitigno raggiunge la piena maturazione e il suo più caratteristico colore degli acini.

I migliori terreni per le uve di Pigato si trovano in quelle terre rosse, ricche di minerali ferrosi, che caratterizzano il suolo dell’Altipiano di Pian Boschi, nell’entroterra di Albenga: un terroir che aiuta nell’elaborazione di vini ricchi di un’intensa mineralità e di una struttura piena.
Le vigne di Pigato che sorgono invece più vicine al mare, sul tipico suolo calcareo della Riviera Ligure di Ponente, sul tratto di costa da Albenga a Diano Marina, donano grappoli capaci di generare vini di raffinata freschezza, ben strutturati e dalle particolari note salmastre.
Per quanto riguarda i sistemi d’allevamento, l’uva Pigato, in terreni bassi, vicini al mare, rende meglio e diventa davvero rigogliosa se coltivata a pergola, richiedendo delle pratiche di potatura espanse. 
Invece, il sistema di allevamento a filare viene impiegato con maggiore successo nei terreni collinari, più asciutti e distanti dal mare.
In generale, il Pigato è dotato di un’alta e costante produttività nonché di una buona vigoria. La vendemmia delle uve di questa tipologia di vite avviene solitamente negli ultimi dieci giorni di Settembre.

Caratteristiche organolettiche dei Vini a base di Pigato in purezza

Dalle uve Pigato, vinificate in purezza, si ottengono dei vini dalla particolare intensità gusto – olfattiva e pienamente incarnanti la bellezza e i profumi mediterranei del paesaggio ligure.
Vini dotati di grande freschezza e, soprattutto, carichi di una ricca mineralità iodata, con un gusto saporito e persistente e una particolare scia ammandorlata, ben percepibile in finale d’assaggio.
Si tratta di prodotti enoici caratterizzati anche da una bella struttura: non si parla di bianchi leggerini, ma di vini spesso corposi e dotati di particolare rotondità e morbidezza.
Doti che rendono questo vino davvero capace anche di evolvere e migliorarsi nel tempo: un bianco da bere subito ma che può benissimo aspettare anche quattro anni, ben conservato in cantina.
Uno degli aspetti più piacevoli dei vini a base di Pigato è senz’altro la loro particolare aromaticità che, nuovamente, incarna il fascino della costa ligure.
Profumi che raccontano la frutta e i fiori, con sentori di pesca, mela e melone bianco, agrumi, kiwi, glicine, fiori di campo e pistacchio. Un ventaglio aromatico ampio che spesso troviamo arricchito da intense note di erbe aromatiche, come il basilico, il rosmarino, il timo e la salvia, e accenni minerali, iodati e salmastri.

Il ricco corredo aromatico delle uve Pigato si esprime generalmente al meglio attraverso le lavorazioni in acciaio e un successivo affinamento del vino sulle fecce fini, prima del definitivo imbottigliamento.
Tale pratica permette di mettere in risalto, senza snaturare, il potenziale polifenolico delle uve. Difficilmente, infatti, le uve Pigato vengono lavorate con l’ausilio del legno.

 

Gli Abbinamenti per i Vini a base di Pigato in purezza

La rappresentazione territoriale, magistralmente interpretata dai profumi e dal gusto dai vini a base di Pigato in purezza, si riscontra pienamente anche al momento dell’abbinamento con il cibo.
Le vigne di Pigato, spesso oggetto di viticoltura eroica, per i particolari e suggestivi paesaggi in cui sono collocati i filari, su terrazzamenti poggianti su ripidi pendii, digradanti verso il mare, regalano vini capaci di sposare molto bene le ricette di mare, quelle di terra, a base di carni bianche, e tantissimi piatti della cucina vegetariana: tante pietanze che traggono nuovo gusto e piacevole intensità, attraverso la verve fresco – sapida del vino e la ricchezza dei suoi profumi mediterranei.
Il Pigato è un vino bianco che, tradizionalmente, si abbina ai più classici primi piatti della tradizione ligure, come le linguine condite con il pesto alla genovese e i pansoti alla salsa di noci, ricette gustose e vegetariane.

Non si tratta, però, di un bianco da accompagnare unicamente alle ricette della gastronomia locale, ma di un vino dalle ampie potenzialità di abbinamento, adatto a sposare, al contempo, pietanze semplici, perfette per la cucina di tutti i giorni, e ricette gourmet, più complesse e raffinate.
I vini da uve Pigato in purezza possono abbinarsi facilmente a tutte le seguenti sfiziose ricette, adatte a tutti i gusti: spiedini di mazzancolle al lime, cozze e vongole gratinate, risotto ai gamberi, ravioli ripieni di cernia o spigola, conditi con burro e salvia, branzino al forno con verdure saltate, pesce spada in salmoriglio, pasta con le seppie, risotto con calamaretti e asparagi, zucchine ripiene, coniglio alla cacciatora, pollo arrosto con olive, capperi e pomodorini, spaghetti allo scoglio o con le alici, polpette di melanzane con ripieno di scamorza dolce, sardine ripiene, bocconcini di pollo alle olive taggiasche.
Un vino bianco tutto italiano, ricercato, profumato e dotato di un gusto delizioso, dalle innumerevoli opzioni di abbinamento. Un ottimo vino di rara eleganza che puoi acquistare online su WinePoint. Alcuni dei vini Pigato presenti hanno anche ricevuto molti dal Gambero Rosso e dalle riviste di settore.

Su WinePoint puoi acquistare il Vino Pigato delle cantine liguri e scoprire le caratteristiche e le recensioni di ciascun vino in vendita. Le nostre schede riportano infatti analisi di degustazione, tecniche di vinificazione e recensioni delle più importanti guide italiane ed internazionali come Gambero Rosso, Luca Maroni, Wine Spectator, Robert Parker, Bibenda...

 

 


Vini con uve del vitigno Pigato

  • Pigato di Albenga "Bon in da Bon" 2018 BioVio  aggiungi ai PREFERITI
    Gambero Rosso: 3 bicchieri
    Vitae AIS: Vitae AIS Vitae AIS Vitae AIS
    Bibenda : Guida Bibenda Guida Bibenda Guida Bibenda Guida Bibenda
    Veronelli: 88/100
    Espresso: Espresso Espresso Espresso Espresso

    Regione: Italia - Liguria, Cantina: BioVio, Vitigno: Pigato, Tipologia: Vino bianco

    € 17,50
    Q.tà  
     
  • Pigato di Albenga "MaRené" Riviera Ligure di Ponente DOC 2018 BioVio  aggiungi ai PREFERITI
    Gambero Rosso: 2 bicchieri
    Bibenda : Guida Bibenda Guida Bibenda Guida Bibenda
    Veronelli: 87/100
    Espresso: Espresso Espresso Espresso

    Regione: Italia - Liguria, Cantina: BioVio, Vitigno: Pigato, Tipologia: Vino bianco

    € 12,00
    Q.tà  
     
  • Pigato di Albenga "Saleasco" 2018 Calleri  aggiungi ai PREFERITI
    Gambero Rosso: 2 bicchieri

    Regione: Italia - Liguria, Cantina: Cantine Calleri, Vitigno: Pigato, Tipologia: Vino bianco

    € 16,50 € 14,90
    Q.tà