Scopri tutti i Vini Premiati con i 3 Bicchieri del Gambero Rosso


Lambrusco Maestri

 aggiungi ai PREFERITI

Storia e caratteristiche del vitigno Lambrusco Maestri

Vivace, fresco, dissetante, il Lambrusco è il compagno ideale della tavola quotidiana e certamente uno dei vini italiani più esportati di sempre. Il Lambrusco Maestri è una varietà della vasta famiglia dei Lambruschi: vitigni tipici della tradizione vitivinicola emiliana, diffusi in diverse regioni d'Italia grazie alla loro grande capacità di adattarsi a climi e suoli diversi. La loro origine è antichissima. I grandi letterati e agronomi latini Catone e Varrone citavano nei loro scritti una "vite selvatica" che Plinio il Vecchio descrisse ancor più precisamente, parlando di una "Lambrusca vitis". Appellava in questo modo una bacca che cresceva lungo la soglia (il "labrum" in latino) di campi e boschi, in modo spontaneo, "ruscum" per gli antichi. Si spiegherebbe così anche l'origine del nome "Lambrusco".

Dal 1300 in poi le citazioni si fanno più frequenti e dettagliate. Fu l'agronomo ed enologo modenese Francesco Aggazzotti, nel 1867, a distinguere per primo tre delle diverse varietà di Lambrusco. È opinione comune che il Lambrusco Maestri debba il suo nome alla Villa Maestri situata nei pressi di San Pancrazio Parmense, località che potrebbe essere la sua dimora originaria. Lavorate dai contadini secondo metodi tradizionali che prevedevano la rifermentazione in bottiglia, queste uve donavano vini naturalmente frizzanti, amabili e molto aromatici. Il Lambrusco Maestri è la bacca più intensa della famiglia dei Lambruschi, spesso utilizzata come uva da taglio per conferire ai vini maggiore carattere, tannini e acidità. Entrato nel "Registro Nazionale delle Varietà di Vite" nel 1970, è protagonista di denominazioni di grande successo come le DOC Modena e Lambrusco Mantovano, le IGT Emilia e Provincia di Mantova e la IGP Lambrusco dell'Emilia.

 

Caratteristiche del grappolo e della pianta di Lambrusco Maestri

 

Il Lambrusco Maestri presenta grappoli piuttosto compatti, alati, di forma cilindrico-conica e di media grandezza. I piccoli acini tondeggianti mostrano una buccia spessa e carnosa. Il suo colore blu scuro tendente al nero è velato da un'abbondante quantità di pruina. Si tratta di un vitigno rustico, molto vigoroso, capace di resistere alla maggior parte delle malattie delle viti garantendo ai viticoltori una produttività costante e abbondante.

 

Tecniche di vinificazione di un vitigno molto versatile

 

L'ottima acidità e la spiccata aromaticità fanno del Lambrusco Maestri una preziosa materia prima che i maestri vignaioli e gli enologi sanno trasformare in eccellenza. Le moderne tecniche di vinificazione restituiscono vini più fini e stilizzati ma sempre sinceri e molto piacevoli. Che venga utilizzato in purezza o in blend con altre varietà di Lambrusco, il Maestri viene generalmente vinificato secondo il metodo Martinotti-Charmat. Dopo una prima fermentazione in acciaio, il vino rifermenta in autoclave a pressione e temperatura controllate, così da conservare ed esaltare il fresco e vivace bouquet aromatico del vitigno. Dalla vinificazione secondo il "Metodo Classico" si ottengono eccellenti spumanti, anche rosè.

 

Caratteristiche organolettiche dei vini Lambrusco Maestri

 

Una spuma abbondante, soffice e persistente è la caratteristica distintiva dei vini Lambrusco Maestri. Il loro colore rosso porpora preannuncia i ricchi, inconfondibili aromi fruttati e floreali per cui sono particolarmente apprezzati. Fragranze di rose e viole anticipano profumi netti di ciliege e mirtilli, agrumi, melograni e succosi frutti di bosco. Il sorso è sapido, asciutto, gradevolmente frizzante sino al finale, lungo e persistente. Un vero invito alla beva. Allo stesso modo, gli spumanti coniugano vivacità, aromaticità ed eleganza. Il loro fine perlage conduce al naso i fini e complessi sentori varietali.

Caratteristiche del territorio dimora del Lambrusco

Autoctono dell'Emilia Romagna, il Lambrusco Maestri trova il suo habitat ideale nei territori di Modena, Parma e Reggio Emilia. Un'area in cui la viticoltura era certamente praticata fin dall'epoca etrusca. Il clima mite e le estati calde e asciutte accomunano le pianure e le aree pedecollinari dove il substrato è prevalentemente sabbioso, di origine alluvionale. Le colline e i primi rilievi appenninici mostrano invece una spiccata eterogeneità, essendo composti da suoli calcareo-argillosi, arenarie, gessi e sabbia, a comporre un complesso mosaico. Qui è più intensa l'escursione termica tra giorno e notte. Generoso e prolifico, il Lambrusco Maestri sa adattarsi ai diversi microclimi, portando fino al calice le peculiarità di ciascun terroir.

Storia di una rinascita nel segno della qualità

La beva estremamente facile del Lambrusco è stata insieme la sua fortuna e il suo "tallone d'Achille". Negli anni '60, infatti, numerose cantine preferirono il metodo Martinotti-Charmat all'antico sistema ancestrale di vinificazione, producendo grandi quantità di Lambrusco da esportare negli USA. Così il brioso e leggero vino rosso fu soprannominato la "Coca-cola italiana" e il pubblico iniziò a ritenerlo un vino commerciale, senza pregio. Oggi il Lambrusco vive una vera e propria rinascita grazie alla sensibilità e alla passione di enologi e vignaioli avveduti, consapevoli del valore di questo antichissimo vitigno. Il Lambrusco può finalmente rivelare la sua indiscutibile qualità, mantenendo intatti il carattere conviviale, la freschezza e la genuinità che nulla hanno in comune con la nota bevanda statunitense.

Nell’enoteca online WinePoint puoi comprare le migliori etichette di Lambrusco Maestri delle migliori cantine italiane. Approfitta degli sconti e delle offerte periodiche con prezzi sottocosto.

Con che piatto possiamo abbinare il Lambrusco Maestri?

Inutile dire che il Lambrusco maestri ben si abbina ai piatti tipici della tradizione emiliana. E' ottimo in abbinamento a salumi e formaggi a pasta dura. ottimo da bere anche con un pizza margherita e con il cotechino. In generale il Lambrusco Maestri ben si presat ad essere abbinato a piatti abbastanza grassi in quanto la bollicina ed il leggero tannino tendono a sgrassare la bocca molto bene. Si abbina perfettamente anche a piatti di pasta o tagliatelle con sugo al ragù.

 


Vini con uve del vitigno Lambrusco Maestri

  • Lambrusco Spumante Dry "Marcello Millesimato" Ariola 2018 Emilia IGT
    Vitae AIS: Vitae AIS Vitae AIS Vitae AIS
    Bibenda : Guida Bibenda Guida Bibenda Guida Bibenda Guida Bibenda
    € 8,90 € 7,40
  • Lambrusco Biologico "Stiolorosso" Casalpriore 2018
    € 14,00 € 12,00
  • Lambrusco Nature "Marcello" Ariola 2016 Emilia IGT
    Gambero Rosso: 2 bicchieri
    € 8,50 € 7,20
  • Lambrusco Dry Gran Cru "Marcello" Ariola 2018
    Gambero Rosso: 2 bicchieri
    Vitae AIS: Vitae AIS Vitae AIS Vitae AIS
    Bibenda : Guida Bibenda Guida Bibenda Guida Bibenda Guida Bibenda
    Luca Maroni: 96/100
    € 8,55 € 7,60
  • Lambrusco Casalpriore 2017
    € 11,00
  • Lambrusco Spumante Rosé Brut Millesimato "Sinestesi" Ariola 2017 Emilia IGT
    Bibenda : Guida Bibenda Guida Bibenda Guida Bibenda Guida Bibenda
    Luca Maroni: 93/100
    € 12,50

    Avvisami quando disponibile