librandi

Nella storia dell'enologia calabrese il nome Librandi non può che assumere un ruolo di primo piano. Non solo per le sue dimensioni (più di duecento ettari vitati, quasi tre milioni di bottiglie prodotte) e nemmeno per i suoi trascorsi ormai più che sessantennali, quanto per esser stato, e continuare ad essere, un punto di riferimento nell'indicare la strada verso la qualità. 
Librandi è sperimentazione e ricerca costante; i suoi vini sono concreti e non omologati.
Infine, ultimo ma non meno importante, Librandi è cultura. La "casedda", un vecchio casolare di famiglia, è stato reinterpretato come luogo d'interscambio culturale ed ora ospita mostre e incontri di letteratura, musica e poesia.

L’azienda nasce nel 1953 dove le uve di Greco e Gaglioppo provengono da piccoli vigneti situati nella zona DOC di Cirò Marina. Dopo alcuni anni, più precisamente nel 1975, l’azienda inaugura il nuovo stabilimento in Contrada San Gennaro, sede ancora oggi della cantina. Ma la storia ed il processo evolutivo non terminano qui, perché nel corso del tempo l’azienda, grazie alla passione e devozione continua ad evolversi: nel 2007 vengono imbottigliati i primi due spumanti Metodo Classico: Il Rosaneti e l’Almaneti.

Il terroir ed il microclima danno origine a una grande biodiversità. Colline e pianure in prossimità del mare vanno a generare diverse sottozone in grado di conferire caratteristiche uniche ai vigneti. A questo concerto varietale paesaggistico, si aggiunge l’influenza del dolce passaggio del fiume Neto che, nascendo sui monti Silani, riesce a creare un ecosistema interessate e sicuramente caratteristico delle terre di questi luoghi.

La cantina Librandi produce vini rossi, bianchi e rosati che hanno riscosso grande successo tra le guide più autorevoli del settore, ottenendo grandi riconoscimenti a livello nazionale e internazionale. I rossi Gravello e Cirò Riserva “Duca di San Felice”, il bianco “Efeso” ed il rosé “Terre Lontane” sono riusciti a conquistare importanti premi da mettere ben in mostra nella “bacheca” della cantina.

È possibile visitare la cantina scegliendo anche le attività da svolgere: tour della cantina, visita e degustazione, oppure un’intera giornata da trascorrere con la famiglia Librandi visitando il museo dell’agricoltura, pranzando all’interno della foresteria, concludendosi poi passeggiando e rilassandosi tra i filari.

I vini di librandi
Cirò Rosso Riserva 'Duca San Felice' Librandi 2019
librandi Cirò Rosso Riserva 'Duca San Felice' Librandi 2019

Il "Duca San Felice" Ciro’ Rosso Riserva Librandi è il Cirò per eccellenza. Si presenta dal colore rosso rubino intenso, al naso è caldo e speziato, dai toni fruttati, arricchito da richiami di liquirizia e fichi secchi. Al palato è caldo, vellutato, tendenzialmente morbido dalla buona acidità e freschezza

GR
3 bicchieri rossi
Vi
3 Viti AIS
Ve
90/100
AG
90/100
Bi
4 Grappoli
Cirò Rosato 'Segno' Librandi 2021
librandi Cirò Rosato 'Segno' Librandi 2021

Il Ciro' Rosato Librandi è un vino rosato  prodotto con uve autoctone Gaglioppo dal colore rosa cerasuolo; al naso evidenzia note fruttate, arricchite da note marine e salmastre. Al palato ha una gradevole freschezza ed un finale asciutto con chiusura amarognola

LM
91/100
GR
2 bicchieri
Rosato 'Terre Lontane' Librandi 2021
librandi Rosato 'Terre Lontane' Librandi 2021

"Terre Lontane" Librandi è un vino rosato prodotto con uve autoctone GaglioppoCabernet Franc. Ha colore rosa cerasuolo con riflessi granati. Al naso evidenzia note fruttate di ciliegio e pompelmo rosa, arricchito da note speziate. Al palato ha una gradevole freschezza, buona acidità con chiusura ammandorlata di grande pulizia

LM
94/100
GR
2 bicchieri
Bianco 'Critone' Librandi 2021 Calabria IGT
librandi Bianco 'Critone' Librandi 2021 Calabria IGT

Fresco vino bianco calabrese da uve prevalente Chardonnay con una piccola aggiunta di Sauvignon. Al palato è armonico e fresco. Al naso si percepiscono profumi fruttati e floreali.

LM
91/100
GR
2 bicchieri