cortese giuseppe

Il nome di Giuseppe Cortese è indissolubilmente legato al Barbaresco, il grande vino delle Langhe, che insieme al Barolo ha reso famosa questa terra del Piemonte in tutto il mondo.
L’area di produzione del Barbaresco è limitata ai territori comunali di Barbaresco, Treiso e Neive, in totale circa 2400 ettari. Il nebbiolo dimora in quest’area da sempre, ma solo nella seconda metà del XIX secolo, è cominciato un percorso di valorizzazione di questa piccola zona, che ha condotto, prima al riconoscimento della DOC e poi della prestigiosa DOCG.
Alla radice del successo dei vini di Barbaresco c’è un terroir particolarmente vocato. Le splendide colline delle Langhe offrono splendide esposizioni soleggiate e sempre ventilate. I terreni sono composti da marne costituite da calcare, argille e sabbie, molto adatte alla coltivazione del nebbiolo.
La famiglia Cortese coltiva vigne a Barbaresco a ben tre generazioni e ancora oggi il nucleo originario dei due cru di Rabaja e Trifolera, costituisce il prezioso patrimonio dell’azienda.
La collina di Rabaja è da sempre famosa per la qualità dei suoi vini ed è costituita da due settori con caratteristiche differenti. La zona verso Asili è uno splendido anfiteatro esposto a sud- ovest, mentre l’altro versante e inondato dal sole di mezzogiorno. I vini di Rabaja sono ricchi, più intensi e concentrati rispetto ai vicini cru di Asili e Martinenga. La collina Trifolera, invece, presenta poche esposizioni adatte alle esigenze del nebbiolo ed è coltivata soprattutto con dolcetto e barbera, che qui si esprimono su ottimi livelli.
Il Barbaresco di Giuseppe Cortese è un vino dal profilo classico, realizzato ancora oggi secondo le più antiche consuetudini del territorio. Le uve di alta qualità sono vinificate in serbatoi in cemento, che consentono fermentazioni lente e accurate. La maturazione del Barbaresco si svolge nelle tradizionali botti di rovere di Slavonia, che favoriscono una lenta e perfetta evoluzione del vino, senza alcuna cessione di note di legno, in modo da mantenerne la fedele integrità aromatica varietale.

Leggi di più
Leggi di meno
I vini di cortese giuseppe
cortese giuseppe Barbaresco 'Rabajà' Giuseppe Cortese 2017

Il Barbaresco "Rabajà" di Giuseppe Cortese, è un vino rosso strutturato ed elegante dal colore granato intenso. I sentori olfattivi richiamano il lampone, la fragola e la menta a cui si aggiungono profumi minerali, di tabacco, cuoio e liquirizia. Al palato è avvolgente, caldo, intenso, di gran corpo e trama tannica, dal finale persistente e lungo. Affina 20-22 mesi in botti di rovere di Slavonia

Perfetti da regalare
GR
3 bicchieri rossi
Vi
3 Viti AIS
Bi
Bibenda 4 Grappoli
cortese giuseppe Dolcetto Giuseppe Cortese 2019 Langhe DOC

Il Dolcetto d'Alba di Giuseppe Cortese, è un vino rosso dal colore rubino e riflessi violacei. Al naso esprime sentori fruttati di lampone, ciliegia, prugna e delicate nuances di mandorla e violetta. Il sapore è armonico, vellutato, leggero, di lunga ed elegante persistenza

Da bere tutti i giorni Più venduti
JS
89/100
cortese giuseppe Nebbiolo Giuseppe Cortese 2019 Langhe DOC

Il Nebbiolo Langhe DOC di Giuseppe Cortese, è un vino rosso strutturato e di buon corpo dal colore granato lucente. I sentori olfattivi sono eleganti ed intensi, con note di frutta rossa, ciliegia, tabacco e spezie dolci. L’assaggio è fresco, pulito, dai tannini equilibrati, piacevole e asciutto. Affina 12 mesi in botti di Slavonia

RP
89/100
Vi
3 Viti AIS
JS
89/100
GR
2 bicchieri
WS
91/100
Bi
Bibenda 4 Grappoli
cortese giuseppe Barbera d'Alba 'Morassina' Giuseppe Cortese 2017
cortese giuseppe Barbaresco Giuseppe Cortese 2017

Ottenuto da uve nebbiolo in purezza, questo Barbaresco riflette tutta la tradizione del Piemonte e dei suoi vini d’eccellenza. Dopo la fermentazione in acciaio matura per almeno 18 mesi in botte grande, offrendo un sorso complesso, fresco e minerale, nello stile della denominazione.

cortese giuseppe Chardonnay 'Scapulin' Giuseppe Cortese 2018 Langhe DOC