BLOG

Elenco di tutti le Cantine

Calabretta

 aggiungi ai PREFERITI

Calabretta

Calabretta: storia di vino e tradizione

La cantina Calabretta si trova in provincia di Catania, proprio ai piedi dell'Etna. La storia inizia ai primi del Novecento e continua ancora ai giorni nostri con la stessa passione e il rispetto per la tradizione del vino fatto secondo il sapere antico. La cantina oggi è guidata da Massimo Calabretta e dal figlio Massimiliano, enologo con forte passione e propenso alla sperimentazione. Tutta la filosofia dell'azienda ruota attorno all'amore per il vino fatto secondo antichi dettami. Il terroir fa tutto il resto. L'utilizzo di vitigni autoctoni e la conduzione a mano di ogni processo rende questi vini unici nel proprio genere.
I vigneti della cantina si trovano proprio su un terreno ricco di sali minerali e sostanze nutritive. I terreni sono costituiti da sabbie laviche e argilla che riescono a dare struttura, mineralità e una forte aromaticità distintiva. Il vulcano è il padre dei vini siciliani a denominazione Etna Doc. La formazione della montagna vulcanica è frutto di stratificazioni di lava che si sono susseguiti nel corso dei millenni. Per questa caratteristica, lungo i versanti dell'Etna ci sono contrade con suoli di differente natura. I vini Calabretta nascono proprio qui. Il microclima è ideale per produrre vini di pregio. I terreni sono soleggiati durante tutto il corso della giornata, per cui i suoli trattengono il calore anche durante la notte. Le escursioni termiche tra giorno e notte consentono di fissare gli zuccheri conferendo la giusta acidità agli acini. La ventilazione all'altitudine di 600-700 metri rinfresca le piante non facendole patire di eccessiva calura.

Vitigni autoctoni: Nerello mascalese, Carricante e Minnella

Il Nerello Mascalese, Carricante e Minnella sono vitigni autoctoni dell'area dell'Etna. Essi rientrano nel disciplinare di tutti i vini a denominazione Etna doc e IGT Terre Siciliane dell'azienda Calabretta. Gli allevamenti vengono condotti con potatura manuale ad alberello e spalliera bassa. La pendenza della montagna viene contrastata con la costruzione di muretti a secco che oltre a facilitare la coltivazione della vite, tutelano il territorio. Le viti di Nerello Mascalese arrivano ad avere anche 80 anni di età e danno vini rossi siciliani dell'Etna dotati di grande struttura. Un esempio sono il 'Vigne Vecchie' e il 'Nonna Concetta' entrambi a denominazione IGT Terre Siciliane. La vinificazione viene condotta con un processo che prevede la fermentazione spontanea tramite lieviti indigeni. La malolattica viene condotta in barrique senza chiarificazioni né filtraggi.


Cantina Calabretta



Vai all'elenco di tutte le Cantine disponibili su Wine Point