braida - giacomo bologna

 

Braida è una bella storia di paese: di un paese che però è "al centro del mondo". Tutto ha inizio, come in ogni storia di paese, con un soprannome: Braida; Giuseppe Bologna si guadagnò l’appellativo sul campo, giocando la domenica a "pallone elastico", tipico sport piemontese. Il capostipite della cantina, faceva il carrettiere e coltivava la sua bella vigna a barbera, per sé e per gli amici. Giacomo Bologna ereditò dal padre vigna e soprannome, ma soprattutto l'amore incondizionato per la sua terra e per il vino. L’amore per la viticoltura venne trasmesso anche alla moglie Anna e ai figli, ma anche a tutti coloro che intrapreso un pezzo di strada con Giacomo. Oggi l'azienda è l'immagine ampliata e fedele della filosofia di Giacomo e Anna e del loro modo di intendere la vita, la terra, il vino e i rapporti con gli amici. Oggi è proprio Anna, raccolto il testimone da Giacomo, a portare avanti i progetti da lui appena tracciati e sognati. Con lei, Raffaella e Beppe condividono da anni iniziative coraggiose e investimenti importanti sia in cantina che in vigna.
Ogni azienda vitivinicola a conduzione famigliare è prima di tutto passione: oggi cantina Braida si avvale di collaborazioni eccezionali e partner commerciali accuratamente selezionati, appassionati al proprio lavoro. Beppe Bologna si interessa in particolare del settore agricolo e della produzione; fin dal 1990 Beppe si è impegnato con passione nel consolidamento e nel miglioramento della filiera produttiva; grazie al Suo lavoro, sono stati negli anni incrementate le proprietà dei vigneti. Norbert Reinish, medico austriaco marito di Raffaella, è una grande appassionato di enologia e oggi ricopre il ruolo aziendale di direttore commerciale per il mercato estero. Norbert è un attento studioso ed accademico, appassionato del mondo del vino e dell’enologia. Anche Raffaella, si occupa dell’azienda di famiglia, seguendo la parte commerciale.
Le fasi di vinificazione e di imbottigliamento vengono operate da Cantina Braida, con l’ausilio delle più moderne tecnologie, nel pieno rispetto del territorio e dell’ambiente, con grande tradizione e passione: il risultato finale del lavoro, sono prodotti vitivinicoli in grado di regalare notevoli emozioni sensoriali al consumatore. I possedimenti dell’azienda comprendono le vigne di Rocchetta Tanaro, situata a 160 metri sopra il livello del mare e le vigne di Castelnuovo Calcea, caratterizzate da un terreno leggero e composto da sabbie calcaree; vi sono poi la vigna di Castiglione d’Asti, con un terreno argilloso calcareo e un’ottima esposizione collinare, la vigna di Mango d’Alba e da ultimo la vigna di Trezzo Tinella.