BLOG  
Cartizze Dry Valdobbiadene DOCG 2017 Canevel

Cartizze Dry Valdobbiadene DOCG 2017 Canevel

Canevel

Gambero Rosso: 2016 - 2 bicchieri Guida Bibenda: 2016 - Guida Bibenda Guida Bibenda Guida Bibenda Guida Bibenda Veronelli: 2015 - 90/100 Luca Maroni: 2015 - 92/100
€ 18,40 € 15,20
Q.tà  
 

Il Cartizze della Cantina Canevel spicca per la sua freschezza ed eleganza. Alla vista si presenta di colore giallo paglierino scarico, brillante e con leggere tonalità verdognole. All’olfatto è piacevolmente aromatico, con sentori di rosa, glicine e pesca. Al palato è amabile, aromatico, sapido, setoso e di grande persistenza.


Stile: Cartizze Superiore Dry
Produttore: Canevel
Regione: Veneto - zona collinare in Valdobbiadene in località Cartizze
Uve: Prosecco (Glera) 100%
Gradazione alcolica: 11%
Contenuto: 75 cl 
Altitudine: circa 280 mt slm.
Sistema di allevamento: sylvoz modificato e guyot.
Resa massima per ettaro: kg 12.000
Vendemmia: fatta esclusivamente a mano ed in cassa da fine settembre ai primi giorni di ottobre.
Vinificazione: di uve intere con pressatura soffice e sfecciatura statica per circa otto ore dei mosti.
Spumantizzazione: con Metodo Charmat
Fermentazione: a temperatura controllata.
Zuccheri residui: 25 gr/litro

Il Cartizze Canevel si contraddistingue per la setosità e morbidezza. Nasce dalla colline denominata appunto Cartizze. Si tratta di un’altura a tratti ripida e scoscesa  ricca di vigneti di Prosecco per un totale che probabilmente non supera i 100 ettari. Proprio in questa collina, si producono le kigliori uve di Prosecco in assoluto che sono poi destinate al Prosecco di Cartizze o più comunemente detto semplicemente “Cartizze”
Nella collina di Cartizze ci  sono particolari condizioni micro climatiche che permettono di avere uve di rara qualità. Il terreno anche ed il buon drenaggio garantiscono alle uve un gran patrimonio di mineralità e nutrienti che aiutano a formare un gran vino.
Da dove arrivi l’origine della parola Cartizze, è ancora da chiarire con certezza. Una delle ipotesi più accreditate afferma che l’origine di “Cartizze” derivi dai termini dialettali gardiz” o “gardizze”, che in Veneto indica i graticci utilizzati per l’appassimento delle uve. Un’altra ipotesi, sempre legata all’etimologia veneta, si riferisce a una genesi dialettale legata all’involucro della pannocchia, definita “cartiza”. Questo perché i grappoli d’uva, dopo essere stati raccolti, venivano avvolti in questi involucri e fatti essiccare al fresco in fruttaia per potenziarne la concentrazione di zuccheri.

La recensione del sommelier Daniele Sottile:
"Tra le bollicine Venete, spicca per la sua pungenza ed eleganza, questo prodotto Superiore in tutti i sensi che vengono ampiamente soddisfatti dall'assaggio. E' fresco e delicatamente seducente. Avvolgente con la sua morbidezza e vellutata effervescenza. Finale leggermente abboccato trattandosi di categoria Dry o Sec, pertanto con un residuo zuccherino consistente ma affatto invadente, anzi, perfetto sia come aperitivo che con antipasti come frutti di mare che con il loro caratteristico profumo salmastro si sposano perfettamente con la piacevole dolcezza di questo ottimo vino. Incomparabile!"

 

Regione: Italia - Veneto

Cantina: Canevel  aggiungi ai PREFERITI

Vitigni: Prosecco, Glera

Denominazione: Cartizze Superiore Valdobbiadene D.O.C.G.

Lo sapevi che:

Per scoprire di più sul mondo delle bollicine, ti consiglio la lettura dei seguenti articoli del sommelier Valerio Sisti
C'è Prosecco e ... Cartizze
Bollicine a pasto? Certo che SI
Come nasce uno spumante
Come servire un Prosecco




Commenti

Claudio Spelta
Luigi