BLOG  
Valutazione media:

"Kaloro" Moscato di Trani Passito Dolce Naturale 2015 Tormaresca Antinori - cl 37,5

Tormaresca - Antinori

Veronelli: 2015 - 90/100
€ 20,20 € 14,00
Q.tà  
 

Le uve moscato provenienti dalla Tenuta Bocca di Lupo danno vita al "Kaloro": vino passito dal colore giallo ambrato con riflessi dorati. Il profumo è delicato con note di albicocca, confettura, gelsomino e miele di castagno. Il gusto è denso, dolce e avvolgente, con una piacevole freschezza. Le uve vengono fatte appassire naturalmente in vigna


Tipo: vino passito dolce naturale
Classificazione: Moscato di Trani D.O.C.
Uve:
100% Moscato
Produttore: Tormaresca - Antinori
Contenuto: 37,5 cl
Zona di produzione: Esclusivamente la zona in pianura in provincia di Taranto in prossimità del Comune di Leporano, Provincia di Taranto, Puglia
Vinificazione:
Le uve vengono selezionate a mano e fatte appassire al sole per circa 2 settimane, diraspate delicatamente e pressate in modo soffice. 
L’appassimento determina l’aumento del grado zuccherino e la comparsa di aromi quali confettura e miele che donano a questo vino una notevole complessità.
La fermentazione avviene in serbatoi di acciaio inox alla temperatura di 18-20 °C, esaltando il più possibile la ricchezza aromatica delle uve. Segue un periodo di affinamento in acciaio di 12 mesi e ulteriori 6 mesi di affinamento in bottiglia
Gradazione alcolica: 11,5% vol.
Abbinamento: Vino da tutto pasto. Ottimo con carni rosse grigliate
Come servirlo: In calici ampi in cristallo trasparente, liscio ed incolore. Ottimo a 18°C


Kaloro Moscato di Trani DOC Passito dell'azienda Tormaresca del gruppo Marchesi Antinori è prodotto con uve provenienti dalla tenuta Bocca di Lupo localizzata nel cuore delle Murge, in provincia di Bari. Lo scenario è incantevole. La vista spazia attraverso distese di filari e in lontananza si intravedono le masserie di colore bianco, recintate con muri a secco tipici della Puglia. Il territorio non è tra i più facili da gestire. Il microclima insieme ai suoli difficili da coltivare sono tra le avversità che i vignaioli trovano ad affrontare ogni giorno per praticare la loro smisurata passione per il vino. Nonostante ciò riescono a ottenere prodotti di elevato livello qualitativo conosciuti in tutto il mondo. Il passito ne è la dimostrazione, con la sua suadenza, morbidezza e dolcezza. Il suo colore dorato ricorda il sole che illumina e riscalda la terra pugliese. Il vitigno autoctono era già conosciuto intorno all'anno Mille per opera dei Veneziani che ne fecero un buon commercio fino a quando il Conte di Trani, con un editto, limitò le esportazioni dei vini di qualità dal Regno di Napoli. Le sue infiorescenze cominciano ad apparire nel mese di maggio per continuare ad accrescere durante giugno e luglio. La vendemmia del Moscato di Trani avviene in genere alla fine di agosto quando la concertazione zuccherina è adeguata. Singolare è il processo di appassimento che prevede la disposizione dei grappoli su plateaux al sole per 12 giorni. L'appassimento è la fase decisiva per l'ottenimento di tutti i sentori, gli aromi e le fragranze caratteristiche del passito. La successiva pressatura soffice a temperatura controllata fa il resto. Il vino si presenta come 'oro colato' regalando soddisfazione ai viticoltori sorso dopo sorso. Il prodotto si presta ad essere degustato non solo con pasticceria secca ma anche con formaggi saporiti ed erborinati.

Regione: Italia - Puglia

Cantina: Tormaresca - Antinori  aggiungi ai PREFERITI

Vitigni: Moscato Bianco

Denominazione: Moscato di Trani D.O.C.