Vini 3 Bicchieri Gambero Rosso

Furore Bianco Marisa Cuomo 2018 Costa d'Amalfi DOC

Marisa Cuomo
 aggiungi ai PREFERITI

Furore Bianco Marisa Cuomo 2018 Costa d'Amalfi DOC

Furore Bianco Marisa Cuomo 2018 Costa d'Amalfi DOC

Marisa Cuomo
 aggiungi ai PREFERITI
Valutazione media:
Gambero Rosso: 2015 - 3 bicchieri Vitae AIS: 2015 - Vitae AIS Vitae AIS Vitae AIS Guida Bibenda: 2016 - Guida Bibenda Guida Bibenda Guida Bibenda Guida Bibenda Guida Bibenda Veronelli: 2015 - 90/100 Slowine: 2016 - Grande Vino

Il Furore Bianco è un vino che nasce da uve che crescono sui terrazzamenti che si affacciano sulla Costiera Amalfitana. Vigne di uve autoctone Falanghina e Biancolella che donano questo vino dai profumi delicati di spezie mediterranee, biancospino ed agrumi. Il sorso è fresco, avvolgente, delicatamente sapido e lungo.


Denominazione:
Costa di Amalfi D.O.C.
Uve: 60% Falanghina, 40% Biancolella
Produttore:
Marisa Cuomo
Contenuto: 75,0 cl
Regione: Campania
Zona di produzione: Costiera Amalfitana
Vinificazione: fermentazione in vasche di acciaio termo controllate
Affinamento: acciaio per 6 mesi circa
Gradazione alcolica: 13,5 % vol.

Caratteristiche del Vino Bianco Furore di Marisa Cuomo

Questo vino è prodotto da Marisa Cuomo, l'azienda vitivinicola campana che ha saputo coniugare la passione e l'arte del vino con tecnologie produttive all'avanguardia. Questa etichetta nasce dall'unione del 60% di Falanghina con il 40% di Biancolella. Il risultato è un blend profumato che ha saputo coniugare abilmente la fresca personalità della Falanghina, antica discendente del Falerno Bianco già conosciuto ai tempi dei Romani, con la freschezza della Biancolella, il famoso vitigno a bacca bianca di origine greca, importato in Campania dalla Corsica. I vigneti sono situati a Furore e nei comuni limitrofi e basta uno sguardo per comprenderne l'assoluta singolarità. I filari infatti sfidano la montagna grazie alla presenza delle viti a pareti che, con le loro terrazze, si adagiano sulla roccia e cadono a strapiombo sul mare.
Sole, iodio, roccia e coraggio: questi sono gli ingredienti segreti del Furore Bianco, un vino nato dalla capacità di sfruttare in modo efficace le geometrie inventate dall'intelletto umano. Il resto del lavoro lo fa la cantina dove arrivano i grappoli raccolti a mano durante la prima decade di ottobre. La scenografia è suggestiva: i locali, situati a 500 metri d'altezza sul livello del mare, sono scavati all'interno della roccia dolomitica. Ed è proprio in questo contesto unico che il vino affina in serbatoi di acciaio inox per 4 mesi, protetto dalla frescura della pietra. Il risultato è un bianco di grande levatura, caratterizzato da un colore giallo paglierino luminoso e percorso da una vena acida che rinfranca e vivacizza la beva. Il bouquet fruttato reca con sé la firma indelebile degli aromi mediterranei. Il gusto, ampio e delicato, lo rende un vino perfetto per le sere d'estate e la tavola quotidiana. La cucina del territorio è il contesto nel quale trova gli abbinamenti più indicati. Ricette con polpi freschi, sauté di vongole, spaghetti alla colatura di alici di Cetara: non c'è che l'imbarazzo della scelta. Per i palati avventurosi invece raccomandiamo il felice matrimonio tra questa etichetta e i formaggi freschi, la famosa pizza alla napoletana e il sushi e il sashimi. È un ottimo vino da aperitivo.

Regione: Italia - Campania

Cantina: Marisa Cuomo  aggiungi ai PREFERITI

Vitigni: Falanghina, Biancolella

Denominazione: Costa d'Amalfi D.O.C.