Chianti Riserva DOCG 2009 Poggio al Bosco

Chianti Riserva DOCG 2009 Poggio al Bosco

Poggio al Bosco

biologico
€ 15,20

Di color rosso rubino con riflessi violacei. Al naso è intenso e complesso con note speziate, di frutta rossa, ciliegia matura e con un finale che richiama la vaniglia e la liquirizia. In bocca è morbido ed allo stesso tempo potente ed elegante. La struttura tannica è importante ma anche dolce ed avvolgente. Buona la persistenza e con una buona freschezza. Vino maturato in barrique di rovere francese per 6 mesi

Si tratta di un Chianti Riserva che viene fatto solo nelle annate che hanno permesso delle ottime uve ed una grande evoluzione.
Si consiglia di aprire la bottiglia e far respirare il vino per 1 ora prima di degustarlo. In questo modo il vino potrà esprimere al meglio i suoi profumi

Tipo: vino rosso fermo
Classificazione:
Chianti DOCG
Vino: Rosso fermo secco
Zona di produzione: Regione Toscana  - Tavarnelle Val di Pesa, Provincia di Firenze
Produttore:
Poggio al Bosco
Contenuto: 75,0 cl
Gradazione alcolica: 12,80% vol.
Uve: 80%Sangiovese, 10% Trebbiano e Malvasia Lunga del Chianti, 5% Canaiolo, 5% Colorino
Altitudine media: 360 metri sul livello del mare
Superficie vigneto: 4,0 ha
Età media impianti: 15 anni
Densità impianto: 4000 viti/ha
Resa media per ceppo: 2 kg/pianta
Estratto secco netto: 26,0 g/l
Acidità totale: 5,5 g/l
pH: 4,00
Acidità volatile netta: 0,38 g/l
Anidride solforosa totale:45 mg/l. Molto bassa in quanto le uve sono sanissime e di alta qualità
Vendemmia: Dal 21 settembre al 2 ottobre

Vinificazione: Selezione accurata delle uve. Macerazione senza raspi a temperatura controllata (28°C) per 10/12 giorni in vasche di cemento vetrificate.
Fermentazione malolattica in vasche di cemento vetrificate, seguita da una maturazione parte in barriques di rovere, parte in vasche di cemento, per un periodo minimo di 6 mesi.
Assemblaggio del vino in vasche cemento.
Imbottigliamento con filtrazione molto larga e quindi affinamento in bottiglia per almeno tre mesi.
Abbinamenti: Versatile, si adatta a tutti i primi piatti a base di pasta, alle minestre. Ottimo con carni rosse, grigliate. Ottimo con salame e prosciutto

Curiosità:
Selezione delle uve molto attenta. Tutte le uve sono raccolte e selezionate a mano.
Si tratta di un Chianti che vuole rappresentare la tipicità
Il Vignaiolo Lorisse Boschini produce questo Chianti secondo l’antica ricetta del 1872 del Barone Bettino Ricasoli che prevedeva la presenza di una piccola percentuale di uve a bacca bianca per conferire freschezza.
Nel chianti DOCG Poggio al Bosco sono presenti nella misura del 10% due uve a bacca bianca: il Trebbiano e la Malvasia Lunga del Chianti
Di seguito un estratto della lettera in cui il Barone Ricasoli fissa la formula del Chianti:
“… Mi confermai nei risultati ottenuti già nelle prime esperienze cioè che il vino riceve dal Sangioveto la dose principale del suo profumo (a cui io miro particolarmente) e una certa vigoria di sensazione; dal Canajuolo l’amabilità che tempera la durezza del primo, senza togliergli nulla del suo profumo per esserne pur esso dotato; la Malvagia, della quale si potrebbe fare a meno nei vini destinati all’invecchiamento, tende a diluire il prodotto delle due prime uve, ne accresce il sapore e lo rende più leggero e più prontamente adoperabile all’uso della tavola quotidiana … “

Regione: Italia - Toscana

Cantina: Poggio al Bosco

Vitigni: Sangiovese, Trebbiano, Canaiolo

Denominazione: Chianti D.O.C.G.




Commenti

christian

ottimo chianti,eccellente qualità.