Clicca e Scopri tutte le migliori offerte della settimana del Black Friday. Sconti fino al 50%

Barolo Bussia DOCG Pecchenino 2013

Pecchenino
 aggiungi ai PREFERITI

Barolo Bussia DOCG Pecchenino 2013

Barolo Bussia DOCG Pecchenino 2013

Pecchenino
 aggiungi ai PREFERITI
€ 59,90 € 38,00
Disponibilità immediata.
Valutazione media:
Gambero Rosso: 2013 - 2 bicchieri Vitae AIS: 2013 - Vitae AIS Vitae AIS Vitae AIS Wine Spectator: 2013 - 93/100 James Suckling: 2013 - 93/100

Il Barolo Bussia di Pecchenino è un vino di colore rosso granato tipico. Al naso apre con sentori di frutta rossa, viola e spezie. Profondo e corposo il sorso, che rivela un carattere potente ma mansueto al tempo stesso. Lungo e vellutato il finale. Vino di grande pregio. Affinamento in botti grandi per almeno 2 anni.


Classificazione: Barolo D.O.C.G.
Vitigno: 100% Nebbiolo
Produttore: Pecchenino
Contenuto: 75.0 cl
Regione: Piemonte
Vigneti
: nel Cru Bussia
Esposizione: sud ovest a 350 metri s.l.m.
Caratteristiche del terreno: medio impasto, calcareo
Vinificazione: tradizionale in rosso
Affinamento: almeno 24 mesi in botti grandi
Gradazione: 14.0 % Vol.


Bussia è un Cru del Barolo DOCG, precisamente sita in Monforte d’Alba proprio verso il confine del Comune con Barolo. È divisa in Bussia Soprana e Bussia sottana, caratterizzate entrambe da due piccoli agglomerati di case uno nella parte alta della Bussia e uno nella parte bassa.
Si tratta di uno dei Cru più famosi e prestigiosi dell’intera area del Barolo e quindi delle Langhe nel suo insieme. La qualità dei vini qui prodotti è da sempre stata considerata ai vertici della produzione langarola.
Vini austeri, ricchi di struttura e tannino, capaci di lunghe evoluzioni negli anni, che li portano a diventare veri gioielli dell’enologia nazionale.
E’ il caso di questo Barolo Bussia DOCG di Pecchenino, azienda famosa e riconosciuta almeno tanto quanto il Cru di provenienza delle uve per questo Barolo.
La classificazione dei Cru, ovvero la mappatura di tutte le migliori vigne dell’area di produzione DOCG per Barolo e Barbaresco è stata fatta alla fine degli anni 90, ma deriva da tradizioni, nomi e storie molto più antiche. Bussia ad esempio, un’area tutto sommato grande per un Cru, è stata spesso intesa in maniere più o meno estesa. Non vi è dubbio tuttavia che, al di là dei confini dei singoli Cru che possono essere più o meno precisi, è da considerarsi una ricchezza inestimabile aver classificato tutte le vigne di pregio di un’intera area di produzione.

Regione: Italia - Piemonte

Cantina: Pecchenino  aggiungi ai PREFERITI

Vitigni: Nebbiolo

Denominazione: Barolo D.O.C.G.