Vino e Tartufo ... come li abbiniamo?

Vino e Tartufo ... come li abbiniamo?

Esistono vini da abbinare al tartufo? Certo che sì, molti più di quello che si possa pensare. In effetti l’abbinamento di un vino ad un piatto a base di tartufo non è per forza complicato. Si pensa alla pietanza e si crede che nessun vino possa mai eguagliarne la potenza aromatica. In effetti questo è vero, ma un abbinamento è comunque possibile.
Bisogna partire dai concetti base della teoria dell’abbinamento cibo/vino, avevo spiegato qualcosa a riguardo in un vecchio articolo. La Teoria ci dice che all’aromaticità del cibo deve corrispondere una uguale aromaticità del vino. Pertanto, essendo il tartufo dotato appunto di grandissima carica aromatica, occorrerà sposargli un vino particolarmente carico di profumi.

Prima di andare alla ricerca del giusto vino, o dei giusti vini da abbinare al tartufo, è utile però soffermarsi ancora un secondo sulla teoria. Questa ci dice che un piatto va sempre considerato nel suo complesso, ovvero che la materia prima che ne sta alla base, anche molto condizionante come il tartufo, va sempre considerata in relazione al piatto nel suo insieme. Tradotto in parole povere significa che se il tartufo è adagiato su un filetto al sangue è una cosa, se è condimento di una tagliatella al burro è un’altra. È evidente come la componente tartufo, con i suoi forti profumi, sia certamente caratterizzante per il piatto, ma non sia l’unica componente da prendere in considerazione per un perfetto abbinamento.
Vediamo dunque quali potrebbero essere alcuni vini adeguati. Se passate dalle parti di Alba nel periodo del tartufo non vi sarà difficile trovarlo abbinato ai grandi vini langaroli, Barbaresco in testa, sia che il tartufo sia completamento di una pasta, sia di un taglio di carne rossa; ciò a discredito di quello che ho appena spiegato, ma in questo caso è la territorialità dei prodotti che prevale. Se invece siete altrove, oppure anche nelle Langhe, ma volete un abbinamento migliore, potete provare con vini bianchi o rossi, a secondo del piatto finito, che garantiscano comunque una bella aromaticità. Un Sauvignon ad esempio? Uno Chardonnay, perché no? Fino anche ad arrivare ad un vitigno aromatico come un Moscato vinificato secco, oppure in Gewurztraminer. Tutti questi qualora il piatto non richieda anche tannino, e quindi un vino rosso, nel qual caso non cambierebbe comunque la sostanza, ovvero sarà comunque necessaria una gran bella aromaticità del calice.

Se vuoi seguire il mio blog con tutti i miei articoli ==>clicca qui<==
Di seguito trovi un breve elenco ed il relativo link:

Cantina Produttori del Barbaresco
10 luoghi comuni sul vino: ovvero 10 cose da non dire. Parte 2
10 luoghi comuni sul Vino: ovvero 10 cose da non dire. Parte 1
Quale contenitore per l'affinamento del vino?
I Materiali per l'affinamento del vino

Triple "A": Agricoltori, Artigiani, Artisti
Vendemmia 2017
Vino Biologico, Biodinamico, Naturale. Parte 4

Vino Biologico, Biodinamico, Naturale. Parte 3
Vino Biologico, Biodinamico, Naturale. Parte 2
Vino Biologico, Biodinamico, Naturale. Parte 1
Il Metodo Ancestrale

Puglia: il Nero di Troia
Viticoltura e paesaggio: la Val di Cembra e la Piana Rotaliana
Viticoltura eroica all'ombra del Vesuvio
Prié Blanc: un vitigno di alta montagna
Le parole del vino
"A Muntagna", i vini dell'Etna
Vino Bianco della Puglia
Che vino abbinare alla frutta
Vini bianchi da invecchiamento
Pillole di vino: la forma delle bottiglie
I Vini Rossi dell'Alto Adige e del Trentino
Il Trentino ed i suoi vini
La Riscoperta del Timorasso

L'importanza del vitigno
Cambia l'annata, viva l'Alto Adige
Chianti Classico: il Gallo Nero
Ricordando Mario Soldati: Montevecchia
Un vitigno mediterraneo: il Vermentino
Tanto vino da fare girare la testa: il Veneto
Frutti e profumi di Sicilia
Marche: una pubblicità vera
Toscana: il Sangiovese
Piemonte: dialogo improbabile tra Barbera e Nebbiolo
Il Friuli ed i suoi grandi vini
Dieci Millenni di Vino parte 2
Dieci Millenni di vino parte 1
Montalcino. quando il vino fa economia
Tre buoni motivi per bere Lambrusco
Montalcino: quando il vino fa economia
L'Amarone. In principio fu Recioto
Gewurztraminer: l'uva di Termeno cresciuta in Alsazia
Collio: DOC inter ...statale
Sua Maestà il Barolo
Bolgheri: Cipressi e Vino
Lugana: un vino da scoprire
Bortolomiol: Prosecco da tre Secoli
C'è Prosecco e ... Cartizze
Hofstatter: l'importanza della vigna
Ca' del Bosco. L'arte del vino
Il successo di Bellavista: ottimo vino, idee e marketing
Il Marsala tra storia e mito parte 2
Il Marsala tra storia e mito parte 1
Discussione "alta" sulla mineralità del vino
Tre falsi miti sul vino ed una verità
Uva e Nuraghi. I grandi rossi di Sardegna
Uva e Nuraghi. I grandi bianchi di Sardegna
Il caso Gaja e quanto vale una DOP (o DOCG)
Trento DOC
La vita della vite
La sequenza dei vini a tavola
I profumi del vino

La giusta temperatura
Geografia del vino: le Langhe
Come conservare un vino


Iscriviti alla newsletter

Nome:
E-mail:
Informativa sul trattamento