Vino e opera lirica: le principali opere

Vino e opera lirica: le principali opere

Mozart: il Don Giovanni

La celeberrima opera lirica “Don Giovanni” del compositore austriaco Wolfang Amadeus Mozart, cita esplicitamente un eccellente prodotto vitivinicolo: trattasi del Marzemino. La citazione di questo vino all’interno dell’opera lirica, è sicuramente una testimonianza di quanto già all’epoca, godesse di particolare fama e popolarità. In particolare si cita espressamente “Eccellente Marzemino”.

Il suo nome deriva sicuramente dal villaggio della Carinzia, dove è nato questo vino: Marzimin. Con il passare dei secoli è diventato uno dei simboli della produzione vitivinicola trentina. Il Marzemino, per questa citazione artistica, viene anche definito il vino di Mozart.

Rossini: il barbiere di Siviglia

Lo stomaco è il direttore d’orchestra delle nostre passioni, diceva proprio Gioacchino Rossini, il grande compositore italiano. Egli amava molto la buona cucina e i migliori prodotti vitivinicoli. I biografi scrivono addirittura che da ragazzo, Gioacchino Rossini amava gustare il vino che veniva servito a Messa. Viene riportato inoltre dalla tradizione, che alla prima della celebre opera Il Barbiere di Siviglia, l’autore creò una elaboratissima ricetta per un’insalata che poi fu denominata “Insalata alla Rossini”.

Quel che è certo, è che a noi rimane quest’opera magnifica che è appunto Il Barbiere di Siviglia, ricca di un profondo amore per la tradizione enogastronomica italiana: infatti è particolarmente densa di riferimenti a cibo e vini della cucina e tradizione italiana.

Verdi: la Traviata

La Traviata è una favolosa opera lirica scritta dal grande Giuseppe Verdi. Anche qui non mancano i riferimenti alla tradizione vitivinicola italiana. Nel primo atto di quest’opera Violetta Valery, la protagonista, propone un brindisi nel salotto della sua bellissima casa Parigina. Così si uniscono Alfredo e gli altri invitati, cantando gioiosamente e tessendo le lodi alla vita e al vino e all’amore.

Donizetti: Lucrezia Borgia

Lucrezia Borgia è un’opera lirica in un prologo e due atti, scritta da Gaetano Donizetti. Anche qui non mancano i riferimenti al vino e alla tradizione vitivinicola del nostro paese. La protagonista Lucrezia Borgia, è obbligata dal crudele marito, a servire una coppa di vino avvelenato al povero Gennaro. Tuttavia la donna farà bere al malcapitato un antidoto, evitandogli così la morte.

Articoli suggeriti


Iscriviti alla newsletter

Nome:
E-mail:
Informativa sul trattamento