Vinitaly 2018

Vinitaly 2018

L’edizione 2018 di Vinitaly è partita col botto, ci ha pensato Josko Gravner a rilasciare la prima dichiarazione shock. Come riportato da moltissimi siti internet, il celebre vignaiolo friulano si rivolge ai giovani dicendo di non studiare enologia. Controcorrente da una vita, fermo nelle sue convinzioni e produttore di vini che la pensano come lui, il grande vecchio della collina di Oslavia ha sconvolto tutti. Evviva Josko che inaugura la settimana veneta del vino.
Vinitaly e i saloni satelliti, come ormai vengono chiamati ViniVeri e Vinnatur, richiamano in questi giorni a Verona e dintorni molta gente e tutto il pubblico che conta. Nel frattempo Milano si accende per il salone del mobile e tutti gli eventi fuori salone, che spesso legano il design all’enogastronomia. Come separare del resto un nuovo piano cucina di tendenza da un lardo di Arnad e un pane fatto con lievito madre cotto nel forno a legna?
La settimana è stata eccitante, a cominciare dai numeri, Veronafiere spiega di aver puntato molto sull’estero, a partire dallo studio dei mercati principali, quali USA e Cina, fino ad arrivare al Sud del mondo con molti mercati ancora vergini ed inesplorati, che potranno nei prossimi anni essere ottimi sbocchi per il vino italiano. 32mila i buyer stranieri accreditati a Verona questa settimana, un numero importante, che fa ben sperare le oltre 4mila aziende espositrici.
Vinitaly è sempre più il confronto tra Italia ed estero, la miglior vetrina per i nostri produttori che cercano visibilità oltre i confini nazionali. Veronafiere ha difatti cercato negli ultimi anni di selezionare sempre più le presenze all’interno della fiera, che sono diminuite volutamente negli ultimi anni, perché sempre più selezionate.
Per tutti i winelovers è stato allestito, come nelle ultime edizioni, Vinitaly and the City, una sorta di fuori salone per le vie di Verona. Eventi, degustazioni guidate, feste e colere, per una settimana di divertimento e cultura legate al mondo che più amiamo.
Nel momento in cui scrivo i dati ufficiali sulle presenze e quant’altro necessario a comprendere la portata dell’evento non sono ancora disponibili, ma è facile pronosticare che, dopo l’edizione dei record dell’anno scorso, anche quest’anno Vinitaly confermerà numeri importanti che la rendono la fiera del vino leader in Italia e una delle più importanti al mondo.

Se vuoi seguire il mio blog con tutti i miei articoli ==>clicca qui<==
Di seguito trovi un breve elenco ed il relativo link:

Champagne: peculiarità, storia e mito. Parte 1
DOC e DOCG. Storia ed utilità - Parte 1
Numeri e curiosità sul vino italiano nel 2017
Natale e Capodanno a bollicine
Un vino da abbinare al Tiramisù
Cantina Produttori del Barbaresco
10 luoghi comuni sul vino: ovvero 10 cose da non dire. Parte 2
10 luoghi comuni sul Vino: ovvero 10 cose da non dire. Parte 1
Quale contenitore per l'affinamento del vino?
I Materiali per l'affinamento del vino
Triple "A": Agricoltori, Artigiani, Artisti


Iscriviti alla newsletter

Nome:
E-mail:
Informativa sul trattamento