Le origini della pasta alla carbonara ed un suggerimento sul vino da abbinare

Le origini della pasta alla carbonara ed un suggerimento sul vino da abbinare

Lo sapevate che la ricetta di uno dei piatti più tipici della cucina italiana, come la pasta alla carbonara, pare sia un idea Americana? Sembra infatti che i soldati americani, durante la Seconda Guerra Mondiale, erano soliti aggiungere alla classica pasta cacio e “ova” laziale la pancetta (il “Bacon”), come a richiamare gli ingredienti della loro colazione tipica. Della variazione sulla ricetta tradizionale gli italiani ne hanno fatto tesoro e per gli stranieri resta uno dei piatti più conosciuti ed apprezzati. Ma quale è la vera ricetta della Pasta alla Carbonara?

Pasta alla Carbonara Ricetta ed Ingredienti

- spaghetti o linguine
- guanciale tagliato a listarelle non molto grandi rosolate fino a diventare croccanti;
- uova sbattute (solo uno intero ogni 5), con del Pecorino grattugiato, sale e pepe;
- ulteriore pecorino e pepe per guarnire il piatto finale.

Quando la pasta risulta cotta bisogna avanzare dell’ acqua di cottura da aggiungere al composto di uova, pecorino e pepe, per evitare che si addensi con il calore della pasta stessa.

Che vino abbinare alla carbonara?

Per un piatto così ricco di sapori la scelta del vino da abbinare ricade su un vino bianco di buona freschezza come uno chardonnay o un Viognier. Meglio ancora un buon vino bianco toscano come un Vermentino della zona di Bolgheri dotato di mineralità e di una bella freschezza che pulisce bene la bocca dopo il boccone. Ottimo anche un Bianco campano come il Greco di Tufo dotato di mineralità e morbidezza. 
E' inoltre un ottimo accostamento una bollicina Metodo Classico fresca e strutturata come un Franciacorta DOCG o un Trento DOC.
Non ci resta che assaporare una Buona Carbonara. Buon Appetito. Anzi Enjoy your Meal!

Per scoprire tutti gli articoli del nostro blog ==> clicca qui <==
Ecco un breve elenco degli articoli del nostro blog:
Il Barone Bettino Ricasoli ed il Chianti
Vino in cambio di libertà
Il Pinot Nero e l'Alto Adige
Cabernet a Barbaresco? Si vergogni!
Viticoltura Eroica. Costa d'Amlfi DOC
Sa di Tappo!!
Piemonte e Borgogna, due storie di successo con tante analogie
Perchè il Gallo Nero è il simbolo del Chianti Classico?
Vino e Tartufo
Che vino abbinare alla pizza? Ecco i nostri consigli
Le origini della pasta alla carbonara ed un suggerimento sul vino da abbinare
Che vino abbinare ai pizzoccheri
Stelvin (tappo a vite) o tappo in sughero
Storia, curiosità e segreti dello Spritz
Un brindisi con il gatto
Il vino elisir di giovinezza
Il vino nella preparazione dei piatti
Il Vino e l'alimentazione Vegan
Vino e Sushi
Come servire e bere lo Champagne e le bollicine
Come si produce lo Champagne parte 4: invecchiamento, remuage, degorgement e dosaggio
Come si produce lo champagne parte 3: la presa di spuma con la seconda fermentazione
Come si produce lo champagne parte 2: l'arte dell'assemblaggio o blending
Come si produce lo champagne parte 1: prima fermentazione alcolica
Come è nato lo Champagne: una grande Storia
La Leggenda dell'Aeroplan Servaj. Barolo Aeroplanservaj Domenico Clerico
Dal vino all'uva. I lieviti
Il vino come medicinale in epoca antica
La domanda di vino nell'Antica Grecia
Il Metodo Champenoise o Metodo Classico
I vini muffati. La botrytis cinerea
Il Vino nella storia
Il Mito dei miti: il Sassicaia
Foto di persone dopo il primo ... secondo e terzo bicchiere di vino
Vinificare in rosato
Come fare i brindisi in varie lingue … ricordando che in giapponese “chinchin” (si pronuncia cin cin) vuol dire “ca . . o”
Mario Soldati. "Vino al vino"
Franciacorta. Origine del nome
Perchè i grandi Cru sono spesso chiamati "Sant'Urbano"?
Come fare i fighi ad una degustazione tra amici

Articoli suggeriti


Iscriviti alla newsletter

Nome:
E-mail:
Informativa sul trattamento