Panettone Fiasconaro. Natale in Sicilia

La domanda di vino nell'Antica Grecia

La domanda di vino nell'Antica Grecia

È stato scritto molto sugli usi del vino nel mondo greco ma è importante ricordare che la domanda del vino non veniva solo dalle esigenze rituali, per le libagioni e il culto di Dioniso. Già in epoca micenea è chiaro che il vino era diventato uno degli elementi della triade di cibi di base che costituivano l'alimentazione dei popoli greci. Con l'aumentare della popolazione urbana e in particolare con l'aumentare di quella parte della popolazione urbana che non aveva accesso alla terra, aumentò anche la domanda di vino. Cioè a sua volta aumentò la possibilità, per i coltivatori con risorse sufficienti di terra e di capitale, di ricavare profitto dalla produzione e dall'importazione del vino nelle città.
Platone e Senofonte ci hanno lasciato il racconto dei simposi, riunioni allietate dal vino caratteristiche dell'Atene del V e VI secolo a.C. Entrambi descrivono il modo in cui, dopo la cena, si svolgevano la discussione ed il dibattito, accompagnati da generose quantità di vino. Si beveva seguendo regole precise, impartite dall'ospite o presidente del simposio, che decideva la quantità di acqua da mescolare al vino. Nel Simposio di Platone gli ospiti scelgono di bere vino molto annacquato, perché reduci da una serata in cui hanno bevuto troppo, ma, malgrado la precauzione, la mattina dopo sono in gran parte ubriachi. Per lo più tali simposi erano accompagnati dalle danze e dal suono del flauto delle fanciulle, ma nel racconto di Platone, Erismmaco propone di fare a meno di tale accompagnamento e che invece tutti i partecipanti si impegnino a dilettare la compagnia parlando a turno dell'amore. Le scene che ritraggono tali riunioni sono spesso rappresentate sui vasi attici a figure rosse V secolo a.C. Sugli stessi vasi si trova spesso illustrato anche il gioco del Kottabos, in cui i residui depositati in fondo alla coppa vengono abilmente lanciati contro un bersaglio.



L'abitudine di bere vino, certamente fra i ricchi, era una caratteristica distintiva della vita greca, ma è chiaro che il vino era la bevanda preferita dalla maggioranza della popolazione di tutti i livelli sociali. Diversamente da quanto succedeva in Egitto, dove la bevanda dei poveri era la birra, in Grecia l'introduzione della vite comportò anche la diffusione del vino per la maggior parte della popolazione. Non tutto il vino era di buona qualità e forse gran parte dei poveri di città bevevano il corrispettivo della Piquette francese, ottenuto dall'aggiunta di acqua alle bucce e ai vinaccioli che restano dopo l'ultima pigiatura. Nelle aree rurali però il vino era prodotto e consumato dalla maggior parte dei contadini e rientrava in un sistema agricolo che seguito, sotto i romani, avrebbe avuto il predominio in tutto il Mediterraneo.



Per scoprire tutti gli articoli del nostro blog ==> clicca qui <==
Ecco un breve elenco degli articoli del nostro blog:
Il Barone Bettino Ricasoli ed il Chianti
Vino in cambio di libertà
Il Pinot Nero e l'Alto Adige
Cabernet a Barbaresco? Si vergogni!
Viticoltura Eroica. Costa d'Amlfi DOC
Sa di Tappo!!
Piemonte e Borgogna, due storie di successo con tante analogie
Perchè il Gallo Nero è il simbolo del Chianti Classico?
Vino e Tartufo
Che vino abbinare alla pizza? Ecco i nostri consigli
Le origini della pasta alla carbonara ed un suggerimento sul vino da abbinare
Che vino abbinare ai pizzoccheri
Stelvin (tappo a vite) o tappo in sughero
Storia, curiosità e segreti dello Spritz
Un brindisi con il gatto
Il vino elisir di giovinezza
Il vino nella preparazione dei piatti
Il Vino e l'alimentazione Vegan
Vino e Sushi
Come servire e bere lo Champagne e le bollicine
Come si produce lo Champagne parte 4: invecchiamento, remuage, degorgement e dosaggio
Come si produce lo champagne parte 3: la presa di spuma con la seconda fermentazione
Come si produce lo champagne parte 2: l'arte dell'assemblaggio o blending
Come si produce lo champagne parte 1: prima fermentazione alcolica
Come è nato lo Champagne: una grande Storia
La Leggenda dell'Aeroplan Servaj. Barolo Aeroplanservaj Domenico Clerico
Dal vino all'uva. I lieviti
Il vino come medicinale in epoca antica
La domanda di vino nell'Antica Grecia
Il Metodo Champenoise o Metodo Classico
I vini muffati. La botrytis cinerea
Il Vino nella storia
Il Mito dei miti: il Sassicaia
Foto di persone dopo il primo ... secondo e terzo bicchiere di vino
Vinificare in rosato
Come fare i brindisi in varie lingue … ricordando che in giapponese “chinchin” (si pronuncia cin cin) vuol dire “ca . . o”
Mario Soldati. "Vino al vino"
Franciacorta. Origine del nome
Perchè i grandi Cru sono spesso chiamati "Sant'Urbano"?
Come fare i fighi ad una degustazione tra amici

Articoli suggeriti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carica un nuovo codice
Inserisci il codice che leggi qui sopra: