Panettone Fiasconaro. Natale in Sicilia

Il Vino nella storia

Il Vino nella storia

La cultura del vino è oggi fortemente integrata nel nostro stile di vita e nei nostri costumi. Associare i cibi ai vini, degustare un vino a tavola, apprezzarne il colore, il profumo e gli aromi sono gesti consueti che sottolineano l’importanza del vino. Sono atti che pongono il vino nell'ambito del piacere gustativo e della convivialità. Ci si dimentica però dell’originario significato culturale, rituale e religioso che questa antichissima bevanda ha avuto in passato.
Il Cristianesimo ad esempio costituì un veicolo di diffusione della cultura del vino attribuendogli un forte valore simbolico ed elevandolo a strumento (insieme con il pane) per la celebrazione della messa e per la comunione con la divinità. Il vino diventò quindi un simbolo fondamentale della fede e contestualmente al diffondersi della stessa, il consumo e la produzione si estesero in tutto il continente europeo.



In un'epoca in cui la circolazione di merce deperibile era estremamente difficile e costosa, si iniziò a produrre in loco tutto ciò di cui si aveva bisogno. E il vino era fondamentale, per celebrare la messa e fare la comunione ai fedeli: ce ne voleva molto, perché tutti i partecipanti al rito erano tenuti a bere la bevanda sacra; solo più tardi infatti, dal XIII secolo in poi, il vino sarà riservato solo al prete officiante.
Per diffondere la religione cristiana, era quindi essenziale piantare vigne e mettere a coltura il frumento: gli indispensabili simboli e strumenti dei quotidiani riti religiosi. Un po' dappertutto, fino a climi estremamente difficili e a latitudini non più raggiunte in seguito (si parla dell'Inghilterra centrale) la vite venne piantata e coltivata nonostante le difficoltà climatiche e ambientali.



Per scoprire tutti gli articoli del nostro blog ==> clicca qui <==
Ecco un breve elenco degli articoli del nostro blog:
Il Barone Bettino Ricasoli ed il Chianti
Vino in cambio di libertà
Il Pinot Nero e l'Alto Adige
Cabernet a Barbaresco? Si vergogni!
Viticoltura Eroica. Costa d'Amlfi DOC
Sa di Tappo!!
Piemonte e Borgogna, due storie di successo con tante analogie
Perchè il Gallo Nero è il simbolo del Chianti Classico?
Vino e Tartufo
Che vino abbinare alla pizza? Ecco i nostri consigli
Le origini della pasta alla carbonara ed un suggerimento sul vino da abbinare
Che vino abbinare ai pizzoccheri
Stelvin (tappo a vite) o tappo in sughero
Storia, curiosità e segreti dello Spritz
Un brindisi con il gatto
Il vino elisir di giovinezza
Il vino nella preparazione dei piatti
Il Vino e l'alimentazione Vegan
Vino e Sushi
Come servire e bere lo Champagne e le bollicine
Come si produce lo Champagne parte 4: invecchiamento, remuage, degorgement e dosaggio
Come si produce lo champagne parte 3: la presa di spuma con la seconda fermentazione
Come si produce lo champagne parte 2: l'arte dell'assemblaggio o blending
Come si produce lo champagne parte 1: prima fermentazione alcolica
Come è nato lo Champagne: una grande Storia
La Leggenda dell'Aeroplan Servaj. Barolo Aeroplanservaj Domenico Clerico
Dal vino all'uva. I lieviti
Il vino come medicinale in epoca antica
La domanda di vino nell'Antica Grecia
Il Metodo Champenoise o Metodo Classico
I vini muffati. La botrytis cinerea
Il Vino nella storia
Il Mito dei miti: il Sassicaia
Foto di persone dopo il primo ... secondo e terzo bicchiere di vino
Vinificare in rosato
Come fare i brindisi in varie lingue … ricordando che in giapponese “chinchin” (si pronuncia cin cin) vuol dire “ca . . o”
Mario Soldati. "Vino al vino"
Franciacorta. Origine del nome
Perchè i grandi Cru sono spesso chiamati "Sant'Urbano"?
Come fare i fighi ad una degustazione tra amici

Articoli suggeriti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carica un nuovo codice
Inserisci il codice che leggi qui sopra: