Fiera del vino: il Salone Internazionale del Vino Artigianale

Fiera del vino: il Salone Internazionale del Vino Artigianale

Che cos’è il Salone Internazionale del Vino Artigianale di Milano

La splendida location del Palazzo del Ghiaccio ospita una manifestazione, una fiera – mercato, che ogni anno attrae decine di migliaia di visitatori e addetti ai lavori provenienti da tutto il mondo: 150 nazioni espositrici presenti alla fiera e presenze che superano abbondantemente le 150.000 persone.

Numeri importanti nel rispetto di un concetto principe, quello dell’artigianato, quello dell’esclusività della realizzazione lontana dai concetti industriali della produzione di massa. Cultura del buon bere, dell’eccellenza, accompagnata da un fitto calendario di eventi organizzati dai gestori dei più rinomati locali milanesi, si tratta del Livewine Night: quando cala la sera la buona musica accompagnata dal buon bere diventa la protagonista assoluta della tre giorni fieristica.

A marzo 2018 la nuova edizione del Salone Internazionale del Vino Artigianale

La macchina organizzativa è in moto per le date del 3 – 4 e 5 marzo 2018. Vini artigianali provenienti da tutto il mondo, degustazioni gastronomiche, degustazioni guidate, musica e eventi; tre giorni fitti che lasciano nulla a desiderare. A fare da contorno il luogo, il Palazzo del Ghiaccio, affascinante sede di numerosi eventi del milanese.

Il costo del biglietto sarà di 20,00 euro per un’intera giornata e prevede la formula all inclusive: calice in omaggio e degustazioni libere, sia gastronomiche che enologiche, accesso al ristorante annesso, wi- fi libero, area bambini e degustazioni guidate. Una sola quota per far tutto, a cui si affiancheranno offerte speciali nel caso in cui si voglia acquistare un biglietto valido per i tre giorni.

Si affianca una fitta rete organizzativa di servizi volti allo scopo di semplificare la visita ai visitatori: alberghi e ristoranti convenzionati e una serie di trasporti pubblici mirati.

Tutti gli artigiani del vino presenti al Salone di Milano

Come per ogni manifestazione che si rispetti le bocche rimangono cucite sulle eccellenze presenti. Il dato sicuro è quello della presenza delle migliori etichette artigianali italiane, proveniente da tutte le regioni. Quindi fiore all’occhiello della fiera è la stragrande varietà offerta, non solo come degustazione, ma in acquisto.

A tutto questo si affianca la presenza massiccia di artigiani del vino esteri: oltre alle realtà consolidate già da qualche anno attenzione particolare è rivolta all’Europa dell’est, i cui territori si rivelano sempre più una risorsa importante dell’ambito del buon bere.

Articoli suggeriti


Iscriviti alla newsletter

Nome:
E-mail:
Informativa sul trattamento