Panettone Fiasconaro. Natale in Sicilia

Come fare i fighi ad una degustazione tra amici

Come fare i fighi ad una degustazione tra amici

Come fare i fighi per una degustazione: il vino rosso importante.

Ecco un consiglio su come fare i ganzi ad una degustazione di un rosso tratto da "Elogio dell'invecchiamento" di Andrea Scanzi: "Se il vino sarà importante, diciamo un rosso invecchiato, i profumi dovranno salire di tono. Okay fruttato e floreale, con loro non sbagliate mai, ma infiocchettate la caramellina per gli amici: alludete alla frutta macerata e fiori appassiti, ciliegie sotto spirito (se è forte la componente alcolica), confettura di more, cose così. E poi andate oltre: bene i minerali ed i vegetali, ma non basta. Qui ci vuole uno speziato, perchè il vino avrà sicuramente fatto legno o comunque avrà sviluppato negli anni profumi terziari. Se dite vaniglia intendete dire che il vino ha fatto troppo la barrique, e se il vino lo giustifica andate oltre: azzardate un pepe (se è Syrah andate sul sicuro), una cannella, chiodi di garofano, noce moscata, zenzero o i mitici anice stellato e cardamomo.
State bevendo un Brunello dell'82?. Sparate tutte le cartucce che avete: giù col tostato (caffè, tabacco) con l'animale (cuoio), esagerate a più non posso con la famiglia dei minerali: ardesia, benzina, ghiaia, grafite, pietra focaia, polvere da sparo, idrocarburi e goudron. Cioè il catrame!"

L'amico Alessandro ha dato un suggerimento sempre per un rosso importante: "ARISTOCRATICO AL PALATO". Lo sfoggerò al prossimo assaggio con gli amici.

Articoli suggeriti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carica un nuovo codice
Inserisci il codice che leggi qui sopra: