Cabernet

Cabernet

Il Cabernet Sauvignon è un vitigno dalla storica classe e qualità. Principalmente diffuso nelle zone di Bordeaux, precisamente nell’area del Médoc, viene coltivato a tutt’oggi in moltissime parti del mondo. Le origini di questo vitigno non sono chiare, ma la sua diffusione e la sua ottima bevibilità lo rendono uno dei rossi più bevuti.

Tipologie di Cabernet

Per evitare un fraintendimento è bene sapere che questo vitigno si può dividere in due sottogruppi: il Cabernet Franc e il Cabernet Sauvignon. Il primo è il vitigno coltivato nella regione francese di Bordeaux che, per la sua struttura in grado di trasmettere le più intense caratteristiche del terroir, rappresentava il vino preferito dal cardinale Richelieu.

Il Cabernet Sauvignon, al contrario, è una variante del Franc, ottenuto da un incrocio naturale tra questo e il Sauvignon Blanc, che riesce a crescere forte e vigoroso anche in condizioni climatiche e territoriali ben diverse tra loro. Senza alcun dubbio, è uno dei vitigni più diffusi in molte parti d’Europa e del mondo, sebbene richieda molta pazienza, poiché matura con estrema lentezza.

Nonostante questo aspetto, il Cabernet Sauvignon è divenuto sinonimo di alta qualità, infondendo al vino un carattere elegante e raffinato, in grado di invecchiare con classe e di regalare esperienze sensoriali davvero uniche rispetto a molti altri vini.

Proprietà organolettiche e abbinamenti

Tra le proprietà intrinseche, bisogna riconoscere al Cabernet Sauvignon una forte personalità. Estremamente esuberante, la beva di questo vino trasmette ai sensi del gusto e dell’olfatto frutti come more, mirtilli e ribes neri e sentori erbe aromatiche e balsamiche.

L’analisi olfattiva in particolar modo permette di individuare le sfumature tipiche del sottobosco e i sentori della terra, cui si uniscono le nuance tipiche del Sauvignon Blanc, ovvero le olive, l’anice e i peperoni.

Alla beva, il Cabernet Sauvignon è molto persistente e la presenza di tannini avvolge il palato rilasciando gli aromi di liquirizia. Se lasciato invecchiare, il vino perfeziona la sua struttura, acquisendo una raffinatezza unica grazie al sapore più balsamico e speziato, senza causare alcuna alterazione a livello della struttura.

Il Cabernet Sauvignon è uno dei vini più versatili in commercio che può essere consumato in occasioni particolari, nelle sue versioni più pregiate, ma anche quotidianamente durante i pasti principali. Gli abbinamenti ideali con il Cabernet Sauvignon sono piatti di notevole struttura e corposità, come formaggi più o meno stagionati, primi piatti tradizionali e dai sapori forti.

Articoli suggeriti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carica un nuovo codice
Inserisci il codice che leggi qui sopra: