Scopri tutti i Vini Premiati con i 3 Bicchieri del Gambero Rosso

Chianti Classico: il Gallo Nero

Chianti Classico: il Gallo Nero

Pieno medioevo, Firenze e Siena sono in guerra. Tanto per cambiare due capoluoghi toscani se le danno di santa ragione, lungi dall’idea di Stato unico, si disputano un lembo di territorio a suon di sangue e ossa rotte. Firenze sta a nord e Siena a sud, una sopra l’altra, collegate da una statale che prende il nome di Chiantigiana, pure allora, quando la statale a due corsie non c’era, quella parte di Toscana era detta del Chianti. Una... Continua a leggere →

Ricordando Mario Soldati: Montevecchia

Ricordando Mario Soldati: Montevecchia

Quando, a partire dal 2008, venne codificata la Denominazione IGT Terre Lariane, qualcuno secondo me gridò allo scandalo: la neonata provincia di Monza e Brianza esigeva la sua denominazione. Del resto in Italia le IGT, Doc e Docg aumentano progressivamente, spesso (c’è da supporre) senza un reale legame al territorio e ad una vera produzione di qualità. Nel caso dei vini di Montevecchia, cuore della citata denominazione che comprende in... Continua a leggere →

Come nasce il vino? Qual è il processo che trasforma il succo d’uva nel nettare tanto amato da Bacco?

Come nasce il vino? Qual è il processo che trasforma il succo d’uva nel nettare tanto amato da Bacco?

Per vinificazione si intende quel processo chimico-fisico che consente la trasformazione del succo dell’uva in una sostanza liquida del tutto nuova: il vino. Basta lasciare dell’uva in un contenitore per osservare che si tratta di un processo del tutto naturale: senza operare alcun tipo di intervento, infatti, questa si trasformerà autonomamente in vino e, in un secondo tempo, a causa dei batteri acetici, in aceto. Nel processo di... Continua a leggere →

Il Riesling della Mosella

Il Riesling della Mosella

Scrivere di vino è sempre divertente, a volte lo è molto di più, questa è una di quelle volte. Parleremo di Mosella, ovvero quell’area vitivinicola che comprende Ruwer, Saar e appunto la Mosella. Tre fiumi, i primi due che confluiscono nel secondo e infine questo che confluisce nel Reno. Siamo nella Germania centro orientale, Tra le città di Treviri e Coblenza. Se qualcuno dovesse pensare ancora che la Germania è patria di sole birre e... Continua a leggere →

La diffusione della viticoltura in Europa dal VIII sec. a.C.

La diffusione della viticoltura in Europa dal VIII sec. a.C.

Fino all’VIII secolo a.C. la viticoltura e l’enologia italiane furono molto modeste, almeno se paragonate a quelle della Grecia e dell’Oriente, con le quali l’Italia peninsulare non poteva sicuramente competere, eccezion fatta per la Magna Grecia. È’ per questo che trionfavano i vini stranieri, e ovviamente quelli greci, che continuavano a essere preferiti dagli aristocratici. I coloni greci che si stabilirono verso l’VIII secolo... Continua a leggere →

Un vitigno mediterraneo: il Vermentino

Un vitigno mediterraneo: il Vermentino

Alcuni vitigni sono fortemente localizzati, nel senso che vengono impiegati con pieno successo in aree specifiche, a volte molto piccole. Altri ben si adattano ad ogni clima e condizione, portando i propri acini a piena maturazione un po’ ovunque. Altri vitigni ancora sono legati, più che ad un luogo specifico, a specifiche condizioni; è il caso del Vermentino, che cresce bene in molti luoghi ma che non può prescindere dal mare. È come... Continua a leggere →

I Supertuscan

I Supertuscan

Nel 1970, in Toscana nella regione del Chianti, nascono i vini denominati Super Tuscan che rivoluzioneranno il mondo del vino italiano. Creare questa tipologia di vino è stato un atto di anticonformismo in contrasto con la certificazione DOC del Chianti. Il disciplinare prevedeva che il Chianti fosse prodotto con almeno il 70% di Sangiovese. Per il restante 30% potevano essere utilizzate uve complementari (come Canaiolo, Aleatico …) tra... Continua a leggere →

Solaia 2002. Un'annata diversa e molto particolare

Solaia 2002. Un'annata diversa e molto particolare

Solaia è un vigneto di 10 ettari, situato presso la Tenuta Tignanello, con una buona esposizione su un terreno roccioso calcareo. Nel 1978 l’azienda toscana Marchesi Antinori ha vinificato per la prima volta il vino Solaia. Inizialmente si basava su un assemblaggio di 80% Cabernet Sauvignon e 20% Cabernet Franc. Negli anni successivi le proporzioni tra i due cabernet vengono ridimensionate ed è aggiunto un 20% di Sangiovese. Il Solaia è... Continua a leggere →

La tradizione di stappare lo Champagne ... con la sciabola!

La tradizione di stappare lo Champagne ... con la sciabola!

Aprire una bottiglia di Champagne con la sciabola secondo la leggenda richiama un rito militare. Napoleone amante del buon vino, e soprattutto appassionato di Champagne, era solito portarne con sé nelle sue campagne militari ingenti quantità. Il periodo delle guerre napoleoniche è lo stesso che segna l’ascesa del mito dello spumante prodotto in Champagne. Segna la sua rinascita da semplice vino fermo a strepitoso effervescente, che si... Continua a leggere →

Tanto Vino da far girare la testa: il Veneto

Tanto Vino da far girare la testa: il Veneto

Questa volta davvero non è semplice, cercare di riassumere una regione intera in un unico articolo è già ardimentoso normalmente, se la regione in questione è il Veneto l’ardimento non basta, le doti di sintesi sono messe in seria difficoltà e il pericolo di scrivere un pezzo che abbia poco senso è reale. In effetti, basta uno sguardo alla cartina delle denominazioni di origine per rendersi conto di quale sia la portata... Continua a leggere →