Una buona cantina Vini personale

Una buona cantina Vini personale

In un articolo precedente, quello che chiudeva il ciclo sulla degustazione, abbiamo parlato dello stato evolutivo del vino, ovvero la sua curva di vita, che dall’essere ancora giovane per potersi esprimere al meglio, lo portava a decadere e quindi a perdere le sue migliori peculiarità.Questa volta parliamo di stato evolutivo in termini diversi, diciamo pure commerciali. In pratica, quale vino comprare e quanto comprarne per la nostra... Continua a leggere →

Geografia del vino: Gattinara

Geografia del vino: Gattinara

Fu nel 1242 che il Ducato di Vercelli prese una decisione che delineò la geografia dell’alto Piemonte, sponda occidentale del Sesia. Una terra ricca di piccoli borghi, nessuno dei quali fortificato, che fu spesso e a più riprese campo di battaglia per gli eserciti di ventura, che dal Piemonte alla Lombardia, in quelle zone spesso si scontravano. Ecco perché nel 1242, come si diceva, il Ducato prese una decisione drastica: via tutti i ... Continua a leggere →

Dimostrate di essere veri esperti, girate il bicchiere!

Dimostrate di essere veri esperti, girate il bicchiere!

Lo sanno tutti, i veri sommelier ruotano il bicchiere, lo girano, lo girano e lo rigirano ancora, e poi ci infilano il naso, nel bicchiere. Chiudono gli occhi, fingono una concentrazione che manco Einstein quando pensava alla relatività e poi dichiarano, solenni: “licis!”.Un popolo di deviati mentali che si credono dei Leo Messi della degustazione, ruotano il bicchiere così tanto, che spesso stargli vicino può essere pericoloso. Non si... Continua a leggere →

Il Mito dei miti: Sassicaia

Il Mito dei miti: Sassicaia

Intorno agli anni quaranta il marchese Mario Incisa della Rocchetta, grande appassionato di vini francesi, importò dalla  tenuta dei Duchi Salviati a Migliarino alcune barbatelle di cabernet sauvignon e di cabernet franc.La decisione di piantare questi vitigni fu in parte dovuta alla somiglianza morfologica che egli aveva notato tra la zona di provenienza denominata Graves, a Bordeaux, e quella dove avrebbe poi fatto crescere i vitigni:... Continua a leggere →

Foto di persone dopo il primo ... secondo e terzo bicchiere di vino

Foto di persone dopo il primo ... secondo e terzo bicchiere di vino

Un fotografo ha fotografato delle persone prima di iniziare a bere e poi dopo il primo, il secondo ... ed il terzo bicchiere. Il risultato e simpaticissimo.Ci comportiamo tutti allo stesso modo. Dopo un bicchiere di vino, siamo felici. Siamo un po' alticci dopo due e ... finiamo a ridere per qualunque cosa al terzo.Ecco le foto   Continua a leggere →

L'abbinamento di un vino tannico

L'abbinamento di un vino tannico

Il tannino è una componente fondamentale dei vini rossi, perché si trova nelle bucce, e sono proprio i vini rossi che, durante la fermentazione, vedono il contatto diretto delle bucce con il mosto. Abbiamo imparato, leggendo gli articoli sulla degustazione, che un vino tannico provoca una sensazione di secchezza in bocca. Il Tannino infatti inibisce l’azione delle ghiandole salivari, così facendo provoca una sensazione di asciutto nel... Continua a leggere →

Vinificare in rosato

Vinificare in rosato

La produzione di vino rosato segue procedure che si collocano idealmente a metà strada tra la produzione di un bianco e quella di un rosso, poiché la legge proibisce di produrre questa tipologia di vino fermo semplicemente "mescolando" il bianco con il rosso. Il segreto per ottenere un buon risultato risiede in una breve macerazione con le bucce (spesso poche decine di ore), durante il quale im mosto acquisterà colore, aromi varietali ed un... Continua a leggere →

Geografia del Vino: le Langhe

Geografia del Vino: le Langhe

Tante Lingue di terra formarono, in due diverse ere geologiche, Elveziano e Tortoniano, quel paradiso in terra che oggi risponde al nome di Langhe. Parrebbe infatti che il nome Langhe, al plurale, derivi dalle tante lingue di terra diversa che compongono questa regione vitivinicola del Piemonte meridionale.Le ere geologiche di formazione sono appunto due, ma la composizione superficiale dei terreni è ancora più vasta, tanto che le Langhe... Continua a leggere →