Come conservare un vino

Come conservare un vino

La corretta conservazione del vino è un argomento spesso ostico per il consumatore poco esperto. In realtà, conoscere alcune regole semplici, consentirà a tutti di conservare al meglio le proprie bottiglie di vino. Occorre affermare subito un concetto base: il vino mal digerisce ogni sbalzo o stress. Sbalzi di temperatura giorno notte, o addirittura estate inverno, sbalzi di luce, ad esempio dal buio più pesto, alla luce puntata di un... Continua a leggere →

Tappi, tappi, tanti tappi ....

Tappi, tappi, tanti tappi ....

Il vino buono ha il tappo in sughero. Falso! Il sughero è sicuramente un materiale ottimo per la chiusura di una bottiglia di vino, ma non è il solo e spesso non è nemmeno il più indicato. Il sughero ha radici antiche e la sua introduzione ha portato molti benefici alla produzione di vino, oggi però la tecnologia ha fornito agli imbottigliatori il silicone, il tappo a corona, quello in sughero rigenerato e il tappo a vite.Partiamo da un... Continua a leggere →

La degustazione 7: lo stato evolutivo

La degustazione 7: lo stato evolutivo

Nell’articolo precedente abbiamo visto che esiste una specie di bilancia sulla quale pesare le sensazioni dure e morbide. Una variabile da non sottovalutare mai, perché incide direttamente nella degustazione, proprio variando la percezione di morbidezze e durezze, è la temperatura. Infatti se un vino è servito molto freddo verranno accentuate le sue durezze, se al contrario è servito più caldo prevarranno le morbidezze. Ecco perché un... Continua a leggere →

Ginolfo Viognier Baglio di Pianetto

Ginolfo Viognier Baglio di Pianetto

"Ginolfo" Viognier Sicilia IGT 2011  Baglio di Pianetto. La valutazione del Sommelier Daniele Sottile:"Oro! Eccolo. Giallo gentile, ma con una sua ben marcata personalità. Ottima la consistenza che ci dimostra subito lo spessore di questo nettare. L' olfatto è delizioso. Profumi di frutta esotica e matura dolcezza naturale. Aromi persistenti e incredibilmente fini ci trasportano con rapida enfasi sulle colline più verdi e rigogliose del... Continua a leggere →

Come fare i brindisi in varie lingue … ricordando che in giapponese “chinchin” (si pronuncia cin cin) vuol dire “ca . . o”

Come fare i brindisi in varie lingue … ricordando che in giapponese “chinchin” (si pronuncia cin cin) vuol dire “ca . . o”

Recentemente ad un a cena, un amico ha chiesto se qualcuno sapesse l’ origine della tradizione di dire “cin cin” durante i brindisi. Subito abbiamo pensato che cin cin richiamasse il tintinnare "tin tin" dei bicchieri quando si toccano. Questa è stata l’ipotesi più immediata ed in parte corretta. La domanda è stata però l’occasione per un simpatico approfondimento. Ho scoperto che l’espressione “cin cin” deriva dal cinese... Continua a leggere →

La degustazione 6: la strana bilancia

La degustazione 6: la strana bilancia

Nell’articolo precedente, abbiamo parlato dell’esame gustativo all’interno della degustazione di un vino. Abbiamo parlato di una strana bilancia, che mette sul primo piatto le morbidezze e sul secondo le durezze. Sono entrambe sensazioni degustative che, per un motivo o per un altro, provocano sensazioni più rotonde e vellutate, o al contrario sensazioni spigolose, dure.Partiamo dall’alcool. E’ una componente importante di ogni... Continua a leggere →