C'è Prosecco e ... Cartizze

C'è Prosecco e ... Cartizze

Cartizze è una delle parole più ripetute nel mondo del vino. Lo si nomina a torto o ragione in tante occasioni. Chi non ha mai sentito o pronunciato la canonica frase “mi fai un Cartizze?”, oppure quante volte è capitato di sentirlo nominare pensando di indicare una non precisata maggior qualità del prodotto? Ma cos’è in realtà Cartizze, a cosa ci riferiamo quando usiamo questo termine? Molto semplicemente ci riferiamo ad una... Continua a leggere →

Come si produce lo Champagne parte 4: invecchiamento, remuage, degorgement e dosaggio

Come si produce lo Champagne parte 4: invecchiamento, remuage, degorgement e dosaggio

Invecchiamento Con il procedere della seconda fase di fermentazione le cellule di lievito muoiono; dopo vari mesi, quando sono morte tutte le cellule, la fermentazione si conclude. A questo punto, sotto il tappo la pressione gassosa ha raggiunto 6 atmosfere, ma lo Champagne continua ad invecchiare nelle cantine fredde almeno per altri 9 mesi e, qualche volta, per anni. Il processo di invecchiamento determina lo sviluppo del cosiddetto bouquet... Continua a leggere →

Hofstatter: l'importanza della vigna

Hofstatter: l'importanza della vigna

Sant’Urbano di Langres visse nella seconda metà del quarto secolo dopo Cristo in una cittadina francese, Langres appunto, situata tra l’Alsazia e la Champagne. Non fu martire della Chiesa Cattolica, anche se la leggenda narra che ci provarono a passarlo per la forca, e proprio dall’aver evitato un’ingrata fine, nacque il suo mito. Urbano fu Vescovo: dice la leggenda che per scappare dagli insorti anticattolici, fuggì di casa e si... Continua a leggere →

Come si produce lo champagne parte 3: la presa di spuma con la seconda fermentazione

Come si produce lo champagne parte 3: la presa di spuma con la seconda fermentazione

Una volta realizzata la base del vino si aggiungono zucchero (circa 24 grammi per litro), lieviti e sostanze nutritive per i lieviti. Questo preparato viene quindi versato nel vino già imbottigliato, e le bottiglie vengono poi sigillate con un tappo. Vengono quindi poste in una cantina fresca (da 12 a 14 °C) in modo che il vino fermenti lentamente per la seconda volta, producendo nuovamente alcol e anidride carbonica. Dai 24 grammi di... Continua a leggere →

Come si produce lo champagne parte 1: prima fermentazione alcolica

Come si produce lo champagne parte 1: prima fermentazione alcolica

La moderna tecnica impiegata per la produzione dello champagne non è sensibilmente diversa da quella elaborata empiricamente da Dom Perignon. Questo metodo, noto in Francia come metodo francese, è adottato anche al di fuori della zona dello champagne per altri vini frizzanti ed è indicato con nomi diversi come metodo champenoise o metodo classico. Gran parte dei produttori di vini frizzanti si servono proprio di questo metodo per produrre... Continua a leggere →

Come si produce lo champagne parte 2: l'arte dell'assemblaggio o blending

Come si produce lo champagne parte 2: l'arte dell'assemblaggio o blending

È assai difficile che un solo vino ottenuto in una singola annata e proveniente da un unico vigneto e un'unica varietà di vitigno possa dare origine all'equilibrio perfetto di aroma, livello di zuccheri e acidità necessari per produrre un ottimo champagne; ecco perché di solito si mescolano diverse varietà di vini fermi. Questa procedura nota come assemblaggio o blending, viene compiuta direttamente al termine della prima fermentazione... Continua a leggere →

Ca' del Bosco: l'arte del vino

Ca' del Bosco: l'arte del vino

Quasi tutti noi, rientrando a casa, premiamo un pulsante e un cancello automatico si spalanca aprendoci le porte di casa. Nessuno immagino, guardando quel cancello aprirsi, può ammirare un’opera di Arnaldo Pomodoro; se state entrando a Ca’ del Bosco invece si. Un meraviglioso cancello realizzato dal famoso artista Arnaldo Pomodoro, si affaccia sulla strada che collega Rovato al lago d’Iseo e segna l’ingresso di una delle più... Continua a leggere →

Il successo di Bellavista: ottimo vino, idee, marketing

Il successo di Bellavista: ottimo vino, idee, marketing

Il mondo del vino italiano è composto prevalentemente da micro realtà famigliari, piccole aziende che danno da lavorare ai componenti di una o al massimo due famiglie. Esistono poi realtà enormi, consortili o aziendali, che in certi casi raccolgono in se la produzione di un’intera area e movimentano un numero di bottiglie impressionanti. “Piccolo è bello” non sempre risponde al vero, anche essere grandi e potenti non significa... Continua a leggere →

Borgomastro Colli di Salerno Rosso Igt 2007 Lunarossa - La recensione del Blog di Luciano Pignataro

Borgomastro Colli di Salerno Rosso Igt 2007 Lunarossa - La recensione del Blog di Luciano Pignataro

Borgomastro Colli di Salerno Rosso IGT 2007 ha ottenuto il primo posto assoluto nella categoria dell’Aglianico al concorso Radici del Sud 2016.Riporto la bellissima recensione pubblicata sul blog di Luciano Pignataro:"Acciaio e legno per oltre tre anni di maturazione e poi ulteriore affinamento in boccia per un aglianico in purezza. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale della bottiglia in enoteca di 30,00 euro spesi... Continua a leggere →

La Leggenda dell'Aeroplan Servaj. Barolo Aeroplanservaj Domenico Clerico

La Leggenda dell'Aeroplan Servaj. Barolo Aeroplanservaj Domenico Clerico

Il Barolo AeroplanServaj di Domenico Clerico, prende il nome "AeroplanServaj" da un magnifico racconto di Vincenzo Zappalà. Forse definirlo racconto è troppo poco. E' una bellissima poesia.“C’è chi dice di sentire spesso un lontano rumore di un aeroplano senza però scorgere la sagoma di alcun oggetto in volo. Altri dicono che è solo il ronzio continuo e sommesso dei trattori che percorrono avanti e indietro le colline di Langa.... Continua a leggere →